HOME - Cronaca
 
 
20 Novembre 2019

OMCeO di Roma approva l’istituzione del “Registro di Medicina Odontoiatrica ad indirizzo estetico”

Un regolamento, in fase di realizzazione, definirà le regole per iscriversi. Pollifrone (CAO Roma): “l’obiettivo è quello di tutelare sempre la salute dei cittadini”


Come già avvenuto per i Medici, anche l’Albo degli Odontoiatri di Roma avrà un “registro” dedicato agli iscritti che hanno le competenze necessarie in “estetica”.

Ad approvarlo è stato il Consiglio dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Roma. “Con il pronunciamento del Consiglio Superiore di Sanità che ha indicato come l’odontoiatra, con una formazione adeguata, può svolgere interventi estetici nell’ambito di quanto previsto dalla Legge n. 409/85” (LINK), dice ad Odontoiatria33 il presidente CAO Roma Brunello Pollifrone “sono state ribadite le competenze del laureato in odontoiatria iscritto Albo in tema di estetica”. 

“Bisogna, innanzitutto, chiarire che non si tratta di un registro abilitante per il professionista, ma l’obiettivo principale è quello di fornire ai cittadini uno strumento che possa indicare quali sono gli iscritti all’Albo degli Odontoiatri che possono vantare competenze specifiche in ambito estetico”, continua Pollifrone che aggiunge. “All’Ordine il compito di verificare le competenze ed iscrivere il collega al registro, come già avviene da tempo per i colleghi medici”. 

A breve l’Ordine stilerà un regolamento con i criteri che consentiranno agli iscritti di fare domanda per essere iscritti al Registro. Pollifrone conclude ringraziando i membri del Consiglio dell’Ordine e la consigliera odontoiatra Sabrina Santaniello (anche presidente ANDI Roma), Giovanni Migliano (presidente AIO Roma) per la collaborazione data al progetto, oltre al presidente SIMEO Antonio Guida

Presidente Guida che sottolinea come l’istituzione del registro sia “un altro passo avanti nel riconoscimento della figura professionale del Odontoiatra che ha visto la SIMEO protagonista e parte attiva insieme alla CAO Roma e ANDI Roma”.

Articoli correlati

Quelle odontoiatriche seguono lo stesso principio. Di Gioia (POIESIS): anche in caso di prestazioni rese nell’ambito anatomico di competenza extra orale


Con il presidente SIMEO proviamo a fare il punto sulle applicazioni pratiche del parere fornito al Ministero dal Consiglio Superiore della Sanità


Il dott. Francesco Spatafora ripercorre i passaggi normativi e non che hanno preceduto il parere del CSS e avanza considerazioni e dubi


La Società scientifica, soddisfatta del parere, si dice pronta ad attivare iniziative a tutela della salute e sicurezza dei pazienti per il rispetto dei limiti sanciti dal CSS


Nuovo parere sul tema che ribadisce quanto già indicato nel 2014 ma meglio, definendo le aree anatomiche di intervento, auspicando l’inserimento della materia nel percorso formativo.


Altri Articoli

L’app DoctOral permetterà ai medici e odontoiatri di avere un percorso guidato nel riconoscimento delle lesioni del cavo orale e nel trattamento odontoiatrico


Il dott. Caprara avanza alcune ipotesi e suggerimenti su come gestire l’attuale momento, i costi e la ripartenza, a seconda di quanto avverrà


ENPAM: dopo le prime verifiche, nei prossimi giorni già i primi pagamenti; ma attenzione alle false autocertificazioni. Consigli anche per l’indennizzo ENPAM dei 1000 euro


Se le avete provate già tutte e non sapete più cosa fare, i consigli raccolti da esperti sul tema del gestire i timori e l’inattività. Il più efficacie è però quello di pensare ad organizzare...

di Davis Cussotto


L’Associaizone dei dentisti USA adotta il modello italiano ma indica quali sono le prestazioni odontoiatriche da considerare come “emergenza”

di Davis Cussotto


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP