HOME - Cronaca
 
 
04 Dicembre 2019

Odontoiatri nel SSN senza specializzazione: mozione del SUMAI

Inviata al Ministero della Salute e ad altri interlocutori politico ed istituzionali. Capuano (SUMAI-AIO): serve impegno unitario per una soluzione positiva


“Farsi promotrice di tutte le possibili iniziative per il riconoscimento della laurea in Odontoiatria come titolo abilitante all’esercizio nel SSN e già laurea specialistica sufficiente per accedere alle graduatorie della specialistica ambulatoriale”.Lo chiede uno dei punti di una mozione approvata nel 52° Congresso Nazionale SUMAI (Sindacato Unico Medicina Ambulatoriale Italiana) ed inviata la scorsa settimana ed inviata al Ministero della Salute ed altri interlocutori politico ed istituzionali. 

Tra i promotori della mozione e nello specifico della necessità di rivedere la norma che impedisce agli odontoiatri senza diploma di specialità di partecipare ai concorsi per dirigente medico nel SSN il dott. Maurizio Capuano, dirigente SUMAI ma anche socio AIO. “Si è fatto parte attiva per presentare e far approvare una mozione in merito, nella quale c’è anche la volontà di AIO oltre all’intenzione di intraprendere un dialogo con le istituzioni sulla questione in vista di una soluzione rapida e sostenibile”, dice il dott. Capuano sul sito di AIO aggiungendo: “soluzione che, con il contributo di tutti noi professionisti potrebbe essere a portata di mano”. 

Sempre nella nota pubblicata dall’Associazione Italiana Odontoiatri viene ricordato come, sul tema, il presidente Fausto Fiorile avesse auspicato, in una riunione del Gruppo Tecnico per l’Odontoiatria al Ministero della Salute, che si fossero sviluppate sinergie tra i sindacati rappresentativi dell’Odontoiatria dentro e fuori il SSN. 

Con il nuovo ACN , ricordano da AIO, non sarebbe infatti più possibile per gli odontoiatri il convenzionamento con il SSN senza la specialità, esattamente come succede ai medici: l’incongruenza origina dall’articolo 28 del decreto presidenziale 483 del 1997 e dal decreto Balduzzi che chiedono una specializzazione post-laurea per l’accesso ai ruoli del SSN. Contro la formulazione del ACN si era schierata AIO dichiarando la volontà di impugnarlo se fosse entrato in vigore.

 Intanto il segretario Sumai Antonio Magi ha precisato come la restrizione non valga per chi era in graduatoria prima dell’entrata in vigore dell’accordo (che in vigore non è ancora, sottolinea da AIO).  

Sulla necessità di rivedere la norma si era detto anche disponibile il Governo.





Articoli correlati

Uno studio del CIPOOOCMF propone la via per dare un futuro e potenziare l’offerta odontoiatrica nel servizio sanitario pubblico


Il punto di vista di un lettore che non ritiene manchino gli specialisti e ritiene ingiusto consentire a tutti di accedere ai concorsi perché penalizza chi si è specializzato


Considerazioni di un giovane specializzando: “ci sentiamo penalizzati dalla mancanza di dialogo e di interesse della generazione precedente”


Il contratto avrà la durata di 12 mesi per un progetto di prevenzione e gestione delle malattie paradontali, domande entro il 7 gennaio 2020


Il progetto dell’Usl Sud–Est della Regione Toscana consente di ottimizzare le risorse offrendo un servizio di assistenza mirato e puntuale


Altri Articoli

Dopo la richiesta di chiarimenti da parte delle farmacie, sulla percentuale minima di etanolo per i prodotti disinfettanti a base alcolica, arriva la risposta dell'Istituto superiore di sanità che...


La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


Ufficialmente sul sito del Ministero le “Indicazioni operative per l'attività odontoiatrica durante la fase 2 della pandemia Covid-19”


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni