HOME - Cronaca
 
 
23 Gennaio 2020

Il SUSO cambia look ma rimane fedele alla sua storia

Il Consiglio Nazionale SUSO ha deliberato di rinnovare grafica e simboli del logo del Sindacato


Novità “estetica” ma non solo quella presentata in questi giorni dal Sindacato Unitario Specialità Ortodonzia (SUSO) che dopo 43 anni rinnova il look del suo simbolo grafico. 

“Non è stato semplice conciliare la nostra storia e la nostra tradizione con il desiderio di rinnovare un simbolo ormai storico”, spiega il presidente SUSO Gianvito Chiarello

“Per questo motivo abbiamo lavorato molto, con l'obiettivo di non stravolgere nulla adottando gli stessi colori e gli elementi grafici preesistenti, valorizzando maggiormente il profilo umano, punto di partenza di un'osservazione attenta del paziente per compiere una diagnosi specifica e peculiare, finalizzata alla terapia individualizzata, secondo le riconosciute. linee guida ma soprattutto secondo il vissuto e l'esperienza professionale dello specialista”. 

Nato 43 anni fa insieme al Sindacato degli Ortognatodontisti, oggi il logo che rappresenta SUSO cambia la sua connotazione grafica pur mantenendo i simboli della nostra storia: 

  • Il cefalogramma e l’acronimo che sintetizza gli elementi che caratterizzano il nostro sodalizio; 
  • Sindacato, perché ci occupiamo di tematiche lavorative pertinenti alla nostra disciplina; 
  • Specialità, termine proposto dal prof. Adolfo Ferro, che attiene alla branca e a chi la esercita in modo altamente qualificato; 
  • Ortognatodonzia, all'epoca un neologismo coniato dal prof. Pietro Bracco e che a distanza di 8 lustri oggi finalmente trova corrispondenza nel nuovo Nomenclatore Tariffario FNOMCeO, dove SUSO ha chiesto ed ottenuto che il Termine Ortognatodonzia sostituisse quello più limitato di Ortodonzia.  


“Questo cambiamento – conclude il presidente Chiarello – va incontro alle aspettative della professione e soddisfa le direttive della nostra attività sindacale, improntate su difesa e valorizzazione della diagnosi come elemento peculiare della professione, senza quale non ci può essere terapia”.  

Articoli correlati

Il presidente SUSO interviene sul tema ed invita oltre a soffermarsi sulla validità scientifica anche sugli aspetti extra clinici che l’evoluzione dei dispositivi potranno comportare 


Le considerazione del prof. Luca Levrini sugli allineatori valutati attraverso la medicina delle evidenze e sulla necessità del confronto tra esperienze cliniche


Sul tema il prof. Gagliani invita a guardare la letteratura che però non sembra essere esaustiva, per questo invita “autorevoli voci” a portare la loro esperienza

di Massimo Gagliani


Primo incontro pubblico al XI Congresso SUSO di Modena. Obbiettivo tutelare le competenze a garanzia della salute dei cittadini


L’azienda, attiva anche in Italia, attraverso pubblicità sui social promuove un kit fai da te per ottenere direttamente a casa allineatori ortodontici


Altri Articoli

Mentre il Parlamento europeo si interroga su di un possibile “passaporto sanitario” necessario per poter viaggiare tra gli Stati, in sanità si sta cominciando a discutere...

di Norberto Maccagno


Con un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate viene posticipata la scadenza dell’invio dei dati per fatture emesse, e rimborsate, nel 2020


Marin (ANTLO): ognuno a caldeggiare le proprie necessità, perché non si è fatto fronte comune? Davanti alla salute, misero rivendicare distinguo sindacali


Classificazione, rapporto con i pazienti e come le nuove tecnologie possono aiutare la cura, sono tra gli argomenti affrontati nel video incontro con la dott.ssa Morena Petrini


AIO chiama i tavoli ministeriali: ‘’fare presto con la legge’’. Odontoiatri a rischio convenzionamento con ASL


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La nuova visione della parodontologia: sempre più correlata alla salute generale