HOME - Cronaca
 
 
06 Febbraio 2020

ASO: Forza Italia presenterà emendamento al Milleproroghe per posticipare la scadenza

L’On Raffaele Nevi presenterà un sub emendamento per una proroga all’entrata in vigore delle disposizioni contenute nel DPCM. “Spero che il Governo ascolti le richieste del settore”


L’On. Raffaele Nevi (FI) raccoglie l’appello del settore odontoiatrico e annuncia l’intenzione di presentare un sub emendamento al decreto Milleproroghe affinché venga posticipata l'entrata in vigore delle disposizioni contenute nel DPCM che istituisce la figura dell’ASO, “permettendo cosi di colmare queste problematiche emerse”. 

Era stato il SIASO, nei gironi scorsi, ad appellarsi alle forze politiche chiedendo un emendando al Milleproroghe che posticipasse di un anno la prima scadenza, quella del 21 aprile 2020 prevista dal DPCM che impone agli studi odontoiatrici di assumere solo ASO in possesso di attestato di qualifica, o dimostrare di essere stati assunti per almeno 36 mesi negli ultimi 5 anni come assistente alla poltrona. 

“Sul futuro dei lavoratori impiegati in studi e strutture odontoiatriche spero che il Governo ascolti le segnalazioni provenienti dal settore e decida di prorogare l'applicazione delle disposizioni che riguardano il nuovo profilo professionale dell'assistente di studio odontoiatrico", dice l’On. Nevi, ricordando come siano almeno 20 mila le persone che ad “aprile di questo anno rischiano di perdere il posto di lavoro, pur avendo sempre svolto mansioni equivalenti a quelle disciplinate dal nuovo decreto, poiché in passato non era mai stato richiesto questo specifico inquadramento di ruolo”. 

“Spiace costatare –conclude il Deputato di Forza Italia- come questo Governo stravolga da un giorno all'altro le normative, basti ricordare quelle sull'insegnamento delle università telematiche”.   

Articoli correlati

Il SIASO rassicura i colleghi: sicure le normali procedure adottate dagli studi per la sicurezza sul lavoro. Ecco i casi in cui ci si può assentare dal lavoro e quelli non consentiti


Le ordinanze a causa del coronavirus hanno costretto il SIASO e rimandar eil Congresso Nazionale programmato sabato 29 febbraio a Milano


Nessuna norma per l’odontoiatria ma vengono approvati due Ordini del Giorno, quello proposto dall’On. Nevi che impegna il Governo a prorogare la prima scadenza del DPCM sul profilo ASO e quello...


E’ corsa contro il tempo, ma vi sarebbero le condizioni per arrivare a modificare il Decreto prima della scadenza del 21 aprile 2020


I due sindacati odontoiatrici non parlano delle possibili modifiche ma si dicono fiduciosi e plaudono le Istituzioni per aver attivato un confronto per risolvere le criticità


Altri Articoli

Antonio De Falco

De Falco (CIMO): i medici nelle ore che dovrebbero dedicare alla formazione, devono svolgere le funzioni aziendali per sopperire alle carenze di personale


Landi (CAO Lodi): inconcepibile escludere i dentisti dalla distribuzione degli strumenti di protezione, si mette a rischio la loro salute e quella dei pazienti


Lo racconta via Skype Matteo Groppi, odontoiatra titolare di studio a Codogno. Queste le criticità sociali e professionali, ma c'è anche qualche aspetto positivo


Il SIASO rassicura i colleghi: sicure le normali procedure adottate dagli studi per la sicurezza sul lavoro. Ecco i casi in cui ci si può assentare dal lavoro e quelli non consentiti


Ai medici e dentisti sussidio sostitutivo e sospensioni dei contributi previdenziali. Intanto anche il Governo proroga i versamenti per i tributi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Ecco come vive un dentista nella Zona Rossa del Coronavirus