HOME - Cronaca
 
 
07 Febbraio 2020

Presentato l’emendamento per prorogare la prima scadenza ASO, ecco il testo

Lunedì dovrebbe essere discussa l’ammissibilità. Intanto è giallo su quello del Governo sui pagamenti tracciabili, non sarebbe tra quelli presentati

Nor. Mac.

Come anticipato, l’On. Raffaele Nevi insieme ai colleghi di Forza Italia, tra cui il presidente Fofi On. Andrea Mandelli, l’On. Stefania Prestigiacomo, L’On. Francesco Cannizzaro ed altri cinque, hanno presentato il sub emendamento al Decreto Milleproroghe che se approvato posticiperebbe di un anno la prima scadenza prevista da Decreto ovvero l’obbligo, dal 21 aprile 2020, di assumere solo ASO qualificate o con il riconoscimento dell’attività pregressa secondo i termini di legge. 

L’obiettivo dell’On. Nevi è quello di impedire che studi odontoiatrici e lavoratori si trovino in difficoltà ma anche, scrive nella relazione di presentazione del provvedimento, “di consentire agli uffici ministeriali e regionali di poter completare il percorso utile al superamento dei problemi individuati”. 

“Con l'avvento del DPCM del 8 febbraio 2018 ‘Individuazione del profilo professionale dell'Assistente di Studio odontoiatrico’ pubblicato in GU il 6 aprile 2018, almeno 20.000 delle ASO attualmente in attività- si legge nel testo di introduzione- rischiano la perdita del posto di lavoro. Si tratta di persone che svolgono da anni mansioni equivalenti a quelle previste nel DPCM ma sotto diverso inquadramento contrattuale rispetto a quanto indicato nel DPCM, non essendo in precedenza stato mai richiesto in questo settore uno specifico inquadramento di ruolo rispetto alla mansione effettivamente svolta. La questione è ben nota al Ministero della Salute, che sul tema ha già provveduto a convocare la conferenza dei servizi per aggiornare il DPCM, che prevede disposizioni transitorie le cui scadenze sono previste ad aprile 2020”.


Obbligo di tracciabilità dei pagamenti 

Se l’l’emendamento dell’On. Nevi che punta a posticipare l’introduzione dell’obbligo del pagamento con strumenti tracciabili per le spese detraibili, è ancora al vaglio ammissibilità, quello annunciato dal Governo che posticiperebbe l’entrata in vigore della norma di tre mesi, non sembra invece essere stato presentato. Secondo fonti parlamentari, il testo avrebbe ottenuto la ‘bollinatura’, ovvero il via libera da parte degli organi di controllo della copertura amministrativa e finanziaria, ma non sarebbe tra quelli contenuti nel maxi emendamento al Milleproroghe presentato alle commissioni Bilancio e Affari costituzionali della Camera dal Governo.  


Questo il testo del sub emendamento presentato dall’On. Nevi che interessa il profilo ASO 

A.C. 2325SUBEMENDAMENTO ALL’EMENDAMENTO 25.70 DEL RELATORE 

Dopo il comma 4-quater inserire il seguente: 4-quinquies. I termini previsti dalla disposizione transitoria di cui all’articolo 13 commi 1 e 2 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 febbraio 2018 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 6 aprile 2018, n. 80 sulla “Individuazione del profilo professionale dell’Assistente di studio odontoiatrico” sono prorogati di ulteriori dodici mesi.  

Articoli correlati

Parere positivo dalla Conferenza Stato Regioni all’accordo di proroga di 12 mesi per assumerne ASO non qualificate


Domani potrebbe arrivare il primo via libera necessario per prorogare di un anno le scadenze previste dal nuovo profilo ASO su assunzioni


La settimana che ha preceduto questa, speriamo, penultima domenica del #iorestoacasaltrimentiilvicinochiamaivigli, è stata connotata da buone notizie (guardando con ottimismo) anche per il settore...

di Norberto Maccagno


Scaduto il termine per assumere ASO non qualificate, AIO si appella al Ministro chiedendo di approvare al più presto le modifiche al profilo già concordate nelle riunioni ministeriali


Abbondanza: l’emergenza pandemia ha di fatto “congelato” anche questa scadenza, “sollecitiamo il Ministero a dare risposte”


Altri Articoli

Secondo i dati del 2018, nessun caso certo di contagio è avvenuto nello studio odontoiatrico. Lo 0,8% dei casi notificati si erano, anche, sottoposti a cure odontoiatriche nei 10 giorni precedenti 


Il dott. Rubino ripercorre e commenta il periodo dell'emergenza sanitaria e rivolgendosi ai cittadini dice: è fisiologico voler voltare pagina per poter ricominciare, ma è disumano dimenticare o...


Manifestazione virtuale di 23 Ordini professionali (senza medici e dentisti) per dire basta alle discriminazioni nei loro confronti e ribadire al Governo il ruolo economico, sociale e sussidiario


Cosa sono e quali gli esami diagnostici che possono indicare la positività di un paziente al Covid-19 e quali le responsabilità ed i doveri del dentista?


In un articolo sul Corriere della Sera il presidente ANDI sottolinea le forti difficoltà del settore confermate dal fatto che “le catene internazionali stiano scappando dall’Italia”


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni