HOME - Cronaca
 
 
07 Febbraio 2020

Insulta il proprio dentista su Facebook, il giudice lo assolve

Capita a La Spezia, l’avvocato del paziente sarebbe riuscito a dimostrare che il paziente era in preda ad un momento di ira


Giusto ieri, Odontoiatria33 pubblicava un approfondimento sul tema di come gestire “gli insulti” sulla pagina Facebook dello studio. 
Oggi il quotidiano Il Giornale, citando come fonte Il Secolo XIX, riporta la notizia della sentenza del tribunale di La Spezia che ha assolto un paziente accusato dal proprio dentista di diffamazione e calunnia. 

Il paziente avrebbe scritto di non andare da quel dentista perché a lui, sbagliando intervento, gli aveva rovinato la vita. 

Secondo quanto pubblica il quotidiano ligure tutto nasce da un post pubblicato dal paziente a commento di una foto postata dal dentista che ritraeva una porchetta con commenti di apprezzamento (il professionista era in un agriturismo della zona. Post di insultati verso il dentista perché, a detta sua, a causa della cura finita male, lui quella porchetta non poteva mangiarla. 

Visti i tanti like ricevuti al commento negativo del paziente, il dentista lo ha denunciato.  L’avvocato del paziente, durante il procedimento giudiziario sarebbe però riuscito a dimostrare che, riporta il quotidiano, “quello del suo assistito era uno sfogo dovuto alla delusione di essersi sentito abbandonato dallo specialista a cui si era affidato per risolvere i suoi problemi di salute”. 

Durante il processo sarebbe emerso che il dentista non avrebbe commesso un errore, semplicemente è insorta una complicanza per la quale, peraltro, il paziente era stato informato ed avrebbe firmando anche il consenso. Nonostante questo, ha sottolineato l’avvocato secondo la ricostruzione del Secolo XIX, “sentendosi rispondere che c’era ben poco da fare per rimediare all’accaduto ha perso le staffe. E quando si è trovato davanti la foto di una porchetta (specialità di un agriturismo della zona), leggendo quanto scrivevano le altre persone che potevano addentarla, ha deciso di dire la sua”. 

Vicenda giudiziaria che si è chiusa con la decisione del Giudica: “il fatto non sussiste”.  

Articoli correlati

Storica sentenza di un tribunale australiano nei confronti di un anonimo paziente che invitava a stare alla larga da uno studio dentistico. Google dovrà fornire le generalità


I consigli per superare quattro situazioni sempre più frequenti nel rapporto tra paziente e dentista attraverso il web

di Davis Cussotto


Video intervista all’avvocato Maddalena Giungato in tema di pubblicità in odontoiatria e responsabilità del direttore sanitario


Antonella Polimeni

La prof.ssa Antonella Polimeni presenta la seconda edizione di un testo didattico in cui vengono esaminati tutti gli aspetti relativi al trattamento dei pazienti in età evolutiva


Collaboratori, titolari di studio e team odontoiatrico, visti dal consulente di gestione. Le criticità, i consigli e le “soluzioni”


Altri Articoli

Secondo i dati del 2018, nessun caso certo di contagio è avvenuto nello studio odontoiatrico. Lo 0,8% dei casi notificati si erano, anche, sottoposti a cure odontoiatriche nei 10 giorni precedenti 


Il dott. Rubino ripercorre e commenta il periodo dell'emergenza sanitaria e rivolgendosi ai cittadini dice: è fisiologico voler voltare pagina per poter ricominciare, ma è disumano dimenticare o...


Manifestazione virtuale di 23 Ordini professionali (senza medici e dentisti) per dire basta alle discriminazioni nei loro confronti e ribadire al Governo il ruolo economico, sociale e sussidiario


Cosa sono e quali gli esami diagnostici che possono indicare la positività di un paziente al Covid-19 e quali le responsabilità ed i doveri del dentista?


In un articolo sul Corriere della Sera il presidente ANDI sottolinea le forti difficoltà del settore confermate dal fatto che “le catene internazionali stiano scappando dall’Italia”


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni