HOME - Cronaca
 
 
14 Febbraio 2020

Medici e dentisti: è corsa al POS

La possibilità di detrarre le spese sanitarie solo se pagate con strumenti tracciabili ha costretto medici e dentisti a dotarsi del POS. 400% l’aumento di rischiste nell’ultimo mese


La notizia lanciata dall’Adnkronos Salute che indica nel 400% l’incremento nell’ultimo mese di acquisto o noleggio di POS da parte di medici, dentisti e gli altri operatori sanitari, non stupisce certamente.

Oramai è noto che dal primo gennaio 2020 è consentito ai pazienti detrarre le sole spese sanitarie sostenute nelle strutture private solo se pagate con strumenti tracciabili. Dato che conferma come, nonostante l’obbligo per i professionisti di dotarsi di POS fosse in vigore da anni, molti non si erano dotati dl lettore di carte di credito e bancomat. 

Ora che sono stati giudicati inammissibili gli emendamenti che tentavano di prorogare una norma non certo in favore dei cittadini, ai professionisti della salute non resta che organizzarsi per poter garantire ai loro pazienti la possibilità di pagare la prestazione anche con carta di credito o bancomat e non solo con assegno o bonifico.

Articoli correlati

La matrice sezionale di Garrison Dental Solutions selezionata da The Dental Advisor


L’incappucciamento diretto della polpa è una procedura utilizzata da moltissimi anni e prevede il posizionamento di un apposito materiale direttamente sulla parte di polpa...

di Lara Figini


Le indicazioni nei casi di denti con pulpite irreversibile o parodontite periapicale acuta da uno studio clinico randomizzato in doppio cieco, pubblicato sull’International Endodontic...

di Lara Figini


Altri Articoli

In questo Agorà del Lunedì, seconda parte, il prof. Gagliani suggerisce un semplice e banale stratagemma che rende migliore la visuale dell’endodonto facilitando il trattamento...

di Massimo Gagliani


La medicina è donna, l’odontoiatria ci sta arrivando ma la politica della professione è ancora in mano solo agli uomini con il rischio che le scelte che saranno fatte,...

di Norberto Maccagno


Il rapporto WHO che riconosce la salute orale come "parte integrante del benessere generale della persona"


Fra le principali richieste dell'Associazione: protezione legale e miglioramento al programma di protezione dei compensi


Introdotti nel nuovo impianto contrattuale strumenti capaci di fronteggiare la continua evoluzione del mercato del lavoro 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’odontoiatria protesica oggi: il punto di vista della neo presidente AIOP