HOME - Cronaca
 
 
17 Febbraio 2020

Ordine del Giorno presentato per tentare di risolvere i problemi dell’ASO

L’On. Raffaele Nevi chiede al Governo di adoperarsi per posticipare la prima scadenza del DPCM dell’ASO per dare al Governo il tempo per approvare le modifiche


Dopo aver visto respinto come inammissibile l’emendamento presentato al Milleproroghe, l’On. Raffaele Nevi continua l’impegno per tentare di posticipare la prima scadenza prevista per il Decreto sul profilo professionale dell’ASO, presentando un Ordine del Giorno al decreto Milleproroghe.  

Se approvato impegnerebbe il Governo ad approfondire la questione della scadenza prevista dal DPCM sull'ASO e "di valutare l’opportunità di adottare ogni iniziativa di competenza finalizzata a prorogare le disposizioni transitorie del DPCM in questione per almeno 12 mesi ulteriori, in modo di consentire agli uffici ministeriali e regionali di poter completare il percorso utile al superamento dei problemi Individuati”.    

“I lavoratori oggi operanti negli studi e nelle strutture odontoiatriche in Italia come ASO sono circa 80.000”, spiega l’On. Nevi nella presentazione del documento.  

“Con l'avvento del DPCM del 8 febbraio 2018 "Individuazione del profilo professionale dell'Assistente di Studio odontoiatrico" pubblicato in GU il 6 aprile 2018 -continua- almeno 20.000 fra costoro rischiano la perdita del posto di lavoro”.

“Si tratta -spiga- di persone che svolgono da anni mansioni equivalenti a quelle previste nel DPCM ma sotto diverso inquadramento contrattuale rispetto a quanto indicato nel DPCM, non essendo in precedenza stato mai richiesto in questo settore uno specifico inquadramento di ruolo rispetto alla mansione effettivamente svolta”.  

“La questione -conclude l’On. Nevi- è ben nota al Ministero della Salute, che sul tema ha già provveduto a convocare la conferenza dei servizi per aggiornare il DPCM, che prevede disposizioni transitorie le cui scadenze sono previste ad aprile 2020”.  

Articoli correlati

In attesa delle disposizioni governative alcune indicazioni di INPS, ANDI Lombardia e consulente SIASO si cassa integrazione, ferie, congedo parentale e gestione quarantena


Magenga: Chiediamo che vengano messi a disposizione di ammortizzatori sociali che possano contenere i sacrifici dei lavoratori degli studi odontoiatrici


Il Sindacato degli ASO invita ed utilizzare i dispositivi di protezione indicati dai protocolli ministeriali. ‘’Stiamo lavorando per fare attivare le protezioni sociali ai lavoratori...


Il SIASO rassicura i colleghi: sicure le normali procedure adottate dagli studi per la sicurezza sul lavoro. Ecco i casi in cui ci si può assentare dal lavoro e quelli non consentiti


Le ordinanze a causa del coronavirus hanno costretto il SIASO e rimandar eil Congresso Nazionale programmato sabato 29 febbraio a Milano


Altri Articoli

Il presidente Fiorile scrive a Conte ed ai ministeri vigilanti: “congiuntura grave impedisce voto sereno” 


Corso online in diretta con il prof. Marco Esposito suddiviso in tre giornate. Si parte il 30 marzo, ancora disponibili dei posti


Sarà possibile richiedere fino al 15% della pensione annua. Come per il contributo dei mille euro, si dovrà attendere il via libera dei Ministeri vigilanti


Statement delle organizzazioni europee delle professioni sanitarie in cui si chiede all’Europa di tutelare chi è è in prima linea contro Covid-19


La comunicazione ai convenzionati: ‘’definito un piano di azione congiunto finalizzato a garantire il completo riallineamento dei pagamenti degli Estratti Conto Previmedical’’


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP