HOME - Cronaca
 
 
23 Febbraio 2020

Coronavirus, nella zona rossa resterebbero chiusi anche gli studi odontoiatrici

Per il Prefetto lo studio odontoiatrico sarebbe equiparato alle attività professionali e negli 11 Comuni “focolaio”, gli studi dovranno rimanere chiusi salvo per le emergenze


Sono undici i Comuni in Lombardia e nel Veneto considerati zone rosse: Codogno, Castiglione d’Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano in Lombardia, Vo’ Euganeo in Veneto.
Secondo il decreto del Governo e delle Autorità locali prevedono oltre ai divieti di spostamento, l’obbligo di “dispositivi di protezione individuale” per l’accesso ai servizi pubblici e agli esercizi commerciali. Ingressi e uscite da questi comuni, che saranno presidiati dalle forze dell’ordine saranno consentiti solo in situazioni di reale necessità valutate caso per caso.  

Per ora la sospensione delle attività è per 7 giorni ma potrebbe essere prorogata per 14 giorni. 

Le attività Libero Professionali, come ad esempio gli studi odontoiatrici, situate all’interno dell’area considerata dall’ordinanza sono state definite dal Prefetto, secondo una nota dell’OMCeO di Lodi, in analogia con le attività produttive oggetto di chiusura, fatto salvo l’atteggiamento responsabile del singolo professionista che potrà rispondere alle emergenze. Ma il tutto è ancora in evoluzione, l’obiettivo, spiegano le Autorità, è quello di ridurre al massimo gli assembramenti.  

A questo link, invece, il decreto-legge del Governo che introduce misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019.  

Photo Credit: Ministero della Salute

Articoli correlati

L’Azienda Zero informa di includere anche gli odontoiatri tra le categorie professionali sottoposte a tampone. La soddisfazione del presidente Nicolin


È risaputo che la presenza di alti livelli di placca causa gengivite. Gli spazzolini elettrici sono generalmente considerati più efficaci di quelli manuali nella rimozione della...

di Giulia Palandrani


Le raccomandazioni per la riapertura degli studi odontoiatrici adottate nei singoli stati: una review delle fonti internazionali


Federfarma ha chiesto chiarimenti in merito ad una comunicazione del Ministero su disinfettanti da utilizzare anche in sala d’attesa. Quale deve essere la percentuale corretta di etanolo (alcol)...


SIdP ricorda come il lockdown possa aver messo a rischio le gengive, già a rischio di 8 milioni di italiani e consiglia al più presto una visita urgente 


Altri Articoli

Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


Il Decreto rilancio posticipa la scadenza prevista dal Cura Italia e consente ancora per qualche giorno di richiedere il bonus dei 600 euro per il mese di marzo


L’Azienda Zero informa di includere anche gli odontoiatri tra le categorie professionali sottoposte a tampone. La soddisfazione del presidente Nicolin


La Fondazione spiega il perché a chi non è riuscito ad ottenere il bonus. Le scadenze per richiedere il saldo o l’intera somma


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni