HOME - Cronaca
 
 
06 Aprile 2020

Dalle OMCeO: no ad emendamenti che “graziano” chi non ha dato protezioni ai medici

Anelli: Ritirare gli emendamenti ‘colpo di spugna’ per la responsabilità delle strutture. Dopo più di due mesi sono ancora molti i medici a mani nude contro il virus”.


Dalla FNOMCeO alle singole OMCeO si alza l’attenzione verso gli emendamenti che sarebbero stati presentati al Decreto “Cura Italia” che, invece come chiesto darebbero una Immunità legale per i sanitari per tutta la durata dell'epidemia da coronavirus la darebbero anche alle strutture sanitarie che non hanno dato ai sanitari dipendenti le protezioni necessarie. 

Nella giornata di sabato tra i vari emendamenti era comparsa un'ipotesi di articolo 1 bis a prima firma dell’On. Matteo Salvini, poi ritirata, che esentava da responsabilità personale penale, civile, contabile e da rivalsa le condotte dei datori di lavoro di operatori sanitari e sociosanitari nell'emergenza Covid-19 "se giustificate dalla necessità di garantire, sia pure con mezzi e modalità non sempre conformi agli standard di sicurezza, la continuità dell'assistenza sanitaria indifferibile sia in regime ospedaliero che territoriale e domiciliare". 

Ma non sarebbe stato l’unico, ha denunciato il presidente OMCeO di Torino Guido Giustetto, in una nota facendo notare come altri emendamenti presentati “con sfumature differenti in base al proponente, sostengono lo stesso concetto: le condotte dei datori di lavoro non determinano responsabilità penale, civile ed erariale. Dunque (secondo i firmatari), nessuna colpa se i Dpi non sono arrivati, se i tamponi non sono stati fatti, se respiratori e caschi non sono sufficienti, se la gravità dell'epidemia è stata sottostimata, se l'organizzazione è stata incapace, incerta, lenta e lacunosa. Sono emendamenti crudeli, sprezzanti e offensivi per una categoria che sta combattendo e lavorando a mani nude e inaccettabili in uno stato di diritto”.  

A farsi portavoce “del disagio che sta montando in tutti gli Ordini dei Medici territoriali” è il presidente FNOMCeO Filippo Anelli chiedendo “che tutti questi emendamenti, che sono stati presentati senza chiedere in alcun modo il parere della FNOMCeO, siano subito ritirati per consentire, con il giusto tempo, di avviare un confronto con il Governo”.

“È necessario –conclude Anelli- che le procedure di partecipazione democratica siano ripristinate, così che la FNOMCeO sia audita in Parlamento al fine di offrire il contributo e le osservazioni su tutti gli emendamenti necessari per migliorare il lavoro e compensare i sacrifici dei nostri medici”.


Articoli correlati

Risultati di uno studio condotto da F-ISI- Mario Negri e Università degli Studi di Milano: a maggio  rischio gli uomini, >50 anni, obesi, occupati come personale amministrativo e fumatori di...


In Europa si fa strada l'idea di un certificato europeo, una sorta di passaporto dei vaccini, per tornare a viaggiare nei prossimi mesi 


Per diagnosticare i casi Covid-19 i test antigenici rapidi di ultima generazione sono una valida alternativa al test molecolare con tampone. Le indicazioni del Ministero della Salute


Il prof. Roberto Burioni tranquillizza e spiga quanto siano efficaci i protocolli di sicurezza adottati negli studi 


didomenica     27 Dicembre 2020

2020: un anno perso

Per l’odontoiatria poteva andare peggio, nonostante gli aiuti non si siano quasi visti 

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

Nella restaurativa abbiamo visto tutto e il suo contrario, nella protesi pure. Il tema affrontato dal prof. Massimo Gagliani è quello dei perni

di Massimo Gagliani


Mentre il Parlamento europeo si interroga su di un possibile “passaporto sanitario” necessario per poter viaggiare tra gli Stati, in sanità si sta cominciando a discutere...

di Norberto Maccagno


Con un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate viene posticipata la scadenza dell’invio dei dati per fatture emesse, e rimborsate, nel 2020


Marin (ANTLO): ognuno a caldeggiare le proprie necessità, perché non si è fatto fronte comune? Davanti alla salute, misero rivendicare distinguo sindacali


Classificazione, rapporto con i pazienti e come le nuove tecnologie possono aiutare la cura, sono tra gli argomenti affrontati nel video incontro con la dott.ssa Morena Petrini


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La nuova visione della parodontologia: sempre più correlata alla salute generale