HOME - Cronaca
 
 
27 Luglio 2020

ANDOC denuncia la campagna per escludere il capitale dalla gestione degli Ambulatori odontoiatrici

Per l’Associazione degli studi convenzionati sono altre le misure da attivare per tutelare il paziente, queste quelle proposte


E’ in atto una articolata campagna volta a favorire la costituzione di Società tra Professionisti (STP), da iscrivere in uno specifico elenco nell'Albo professionale e tendente ad escludere le società di capitale (SRL e SPA) dalla gestione di ambulatori odontoiatrici”.
La denuncia arriva da ANDOC, l’Associazione Nazionale Studi Odontoiatri Convenzionati che sottolineando come “l'obiettivo dichiarato di tale attività è quello di limitare l'esercizio delle  catene odontoiatriche, alcune delle quali tanto hanno nuociuto alla professione, creando spesso imbarazzo nella classe medica, confusione tra gli utenti e talvolta gravi danni tra i pazienti”. 

Non credo comunque che la tutela della salute degli utenti e la difesa della professionalità odontoiatrica -scrive in una nota inviata ad Odontoiatria33 il presidente ANDOC Walter Di Fulvio (nella foto)- si possa attuare attraverso la limitazione della partecipazione societaria di figure non sanitarie che invece può giovare con specifiche competenze nella gestione amministrativa, commerciale e finanziaria delle strutture di cura  garantendone le risorse  utili alla crescita e al continuo rinnovamento tecnologico”.

Per il presidente Di Fulvio un passo importante, vece, “sia stato la valorizzazione della figura del Direttore Sanitario, indispensabile ad assicurare un controllo e monitoraggio delle procedure cliniche”.   

Queste le altre azioni che per ANDOC sarebbero necessarie a tutela sia degli utenti che dei medici odontoiatri:

  • Anzitutto la tracciabilità di ogni singolo componente dei manufatti protesici per evitare che se le protesi fisse vengano eseguite in paesi lontani (India o Cina) e importate come componenti grezze da laboratori nazionali che poi dopo alcune "lavorazioni fantasma " ne rilasciano la relativa certificazione nazionale di conformità, il paziente abbia la possibilità di conoscerne la tracciabilità ed i processi lavorativi del dispositivo protesico.
  • La reintroduzione delle tariffe minime nazionali sulla base di un'analisi approfondita sui reali costi di produzione di ogni singola prestazione, condotta da organi istituzionali o cliniche universitarie, evidenzierebbero dei numeri sotto i quali la qualità non potrebbe essere garantita, nel rispetto delle norme imposte dalla vigente legislazione nazionale in materia di salvaguardia della salute e di tutela dei lavoratori: dal risultato di tale ricerca si dovrebbe fissare e reintrodurre una tariffa minima nazionale per ogni prestazione.  

Tali azioni -per ANDOC- renderebbero più trasparente il lavoro e l'esercizio della professione dell'odontoiatra, a beneficio di tutti, utenti e sanitari”. 

Articoli correlati

Ogni anno la Legge di Bilancio ed il Decreto Mille Proroghe diventano gli strumenti per inserire norme che non sempre hanno un nesso con la finalità del provvedimento legislativo, ma a...

di Norberto Maccagno


Entra in gioco in casi di dipartita di uno dei soci ma anche per definire incarichi e privilegi. I consigli dell’avvocato Edoardo Colla


Le criticità sul capitale in odontoiatria e i consigli per i pazienti che vogliono ottenere la sospensione dei finanziamenti attivati tra i temi toccati. A Catanzaro progetto pilota di informazione...


Lo ha stabilito il Tribunale di Milano. Per i pazienti lasciati con le cure a metà la situazione si complica ancora. Le indicazioni di Federconsumatori


I liberi professionisti devono indicare il reddito annuo conseguito nel 2019. Le Società devono versare lo 0,5% del fatturato, oltre 4milioni di euro quanto versato lo scorso anno


Altri Articoli

Mentre il Parlamento europeo si interroga su di un possibile “passaporto sanitario” necessario per poter viaggiare tra gli Stati, in sanità si sta cominciando a discutere...

di Norberto Maccagno


Con un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate viene posticipata la scadenza dell’invio dei dati per fatture emesse, e rimborsate, nel 2020


Marin (ANTLO): ognuno a caldeggiare le proprie necessità, perché non si è fatto fronte comune? Davanti alla salute, misero rivendicare distinguo sindacali


Classificazione, rapporto con i pazienti e come le nuove tecnologie possono aiutare la cura, sono tra gli argomenti affrontati nel video incontro con la dott.ssa Morena Petrini


AIO chiama i tavoli ministeriali: ‘’fare presto con la legge’’. Odontoiatri a rischio convenzionamento con ASL


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La nuova visione della parodontologia: sempre più correlata alla salute generale