HOME - Cronaca
 
 
11 Settembre 2020

Niente quarantena per il dentista spagnolo che ha trattato un paziente positivo

Il Ministero della Salute spagnolo esclude dall’obbligo di quarantena il personale sanitario se ha rispettato i protocolli di prevenzione


Il personale sanitario, dentisti inclusi, non dovranno rimanere in quarantena anche se hanno avuto contatti diretti con persone positive da Covid a patto che risultino negativi al tampone.

 E’ quanto ha chiarito il Ministero della Salute spagnolo nell'aggiornamento delle linee guida "Strategia per la diagnosi precoce, sorveglianza e controllo del COVID-19", dove indica: "Chi svolge un’attività ritenuta essenziale (personale sanitario, personale socio sanitario, personale delle forze e degli organi di sicurezza dello Stato, personale dei centri educativi, ecc.), se ha rispettato le misure raccomandate per prevenire la trasmissione del virus, e dopo una valutazione da parte del Servizio di prevenzione dei rischi sul lavoro se previsto, potranno proseguire la loro attività lavorativa dopo aver ottenuto un risultato PCR negativo, consigliando di effettuare uno stretto autocontrollo della comparsa dei sintomi, una massima osservanza delle misure di prevenzione del infezione e stabilire un follow-up attivo”. 

Il Consejo General de Dentista commenta positivamente questo nuovo provvedimento adottato dal Governo, “che consentirà ai dentisti di continuare la loro attività professionale, evitando la chiusura di molte cliniche e le perdite economiche che ne derivano. Allo stesso modo, la popolazione potrà continuare a frequentare il proprio studio dentistico senza dover ritardare i trattamenti evitando lo sviluppo futuro di patologie più gravi”. 

“Abbiamo piena fiducia nell'etica e nella responsabilità di tutti i dentisti, come hanno dimostrato dall'inizio di questa crisi sanitaria, seguendo rigorosamente tutti i protocolli di sicurezza che abbiamo sviluppato, con l'obiettivo di proteggere i nostri pazienti e il personale dello studio odontoiatrico dai possibili contagi”, assicura il presidente del Consejo General de Dentistas Óscar Castro Reino.

Articoli correlati

E’ successo in provincia di Reggio Calabria. I carabinieri lo hanno trovato in studio a lavorare nonostante il provvedimento dell’ASL


Uno studio francese ha indagato l’efficacia di quelli contenente ß-ciclodestrina e ingredienti a base di acidi organici e bioflavonoidi


In uno studio in vitro, pubblicato sul Journal of Oral Microbiology, gli autori hanno valutato l’efficienza dell’acqua ossigenata 0,5 vol%, inserita nei circuiti idrici di riuniti...

di Lara Figini


La mozione sollecita il Governo ad attuare le procedure di risarcimento alle famiglie dei 360 medici ‘caduti’ sul campo. La posizione OMCeO di Milano in occasione del Consiglio Regionale di oggi


Uno studio italiano ha dimostrato la validità contro il Covid, il prof. Gagliani, che utilizza la sistematica, ha notato che funziona anche per le problematiche settiche in chirurgia orale

di Massimo Gagliani


Altri Articoli

Per la terza dose si sta procedendo con le categorie a maggior rischio e poi agli altri operatori sanitari. Sileri: a gennaio verosimilmente sarà estesa a tutti i cittadini


Ad aprire le lezioni il prof. Carlo Guastamacchia. Ancora la possibilità di iscriversi ad una full immersion di tre giorno a gennaio


Il doppio libro sulla Restaurativa Adesiva dei settori latero-posteriori supera le 2 mila copie vendute. Albonetti (EDRA), merito della qualità e professionalità dell’Autore


Discordanti le indicazioni del Governo e quelle NHS. Per la British dental Association poca chiarezza che penalizza il paziente


Studi odontoiatrici ma anche laboratori odontotecnici devono “proteggere” i dati sensibili dei pazienti conservati nei computer e device. Il Garante pubblica un utile vademecum 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio