HOME - Cronaca
 
 
04 Dicembre 2020

Scoperto abusivo a Napoli: evasore totale dal 2011

Finto dentista multato anche per non aver rispettato le norma anti Covid, ora al vaglio la situazione fiscale


E’ stata la Guardia di Finanza di Napoli a scoprire e denunciare un cittadino italiano di 52 anni, “sorpreso” mentre stava visitando un paziente in uno studio abusivo nel quartiere di Soccavo.

Secondo quanto riporta la stampa locale oltre ad essere stato denunciato per esercizio abusivo della professione medica e violazione delle leggi sanitarie, il falso dentista è stato anche sanzionato per aver violato la normativa anti Covid. 

Sequestrato lo studio dentistico, composto da un locale e da un laboratorio odontotecnico, “peraltro non sanificati e in precarie condizioni igienico-sanitarie”, informa la stampa, e strumentazione medica di diverso genere, tra cui riunito, attrezzature e materiale vario oltre a “decine di fiale di anestetici”. 

Ora al vaglio dei Finanzieri le questioni fiscali visto che il finto dentista dal 2011 non presenterebbe la dichiarazione dei redditi.


Articoli correlati

Prima applicazione della nuova norma sull’abusivismo sanitario. D’Agostino (CAO): Legge Lorenzin si dimostra strumento efficacie


Sotto la lente del NAS l’attività svolta in una Srl odontoiatrica. Attrezzatura sequestrata e attività sospesa 


Lo studio nei Quartieri Spagnoli era in pessime condizioni igienico sanitarie, denunciato il finto dentista


Sorpreso dai NAS mentre eseguiva prestazioni odontoiatriche. Nei guai anche lo studio dove operava


A finire nei guai il primo cittadino di Cigliano (VC) accusato di esercizio abusivo della professione odontoiatrica


Altri Articoli

L’annuncio dell’Assessore Moratti in Commissione Regionale Sanità indica l’inizio delle vaccinazioni per odontoiatri e medici liberi professionisti il 5 marzo, salvo ulteriori ritardi nella...


AIO Roma dedica il programma culturale 2021 al Sommo Poeta. Ecco gli appuntamenti programmati, si comincia sabato 30 gennaio


Il Consejo General de Dentistas ribadisce la sua offerta di collaborazione al Ministero della Salute, affinché gli stessi dentisti possano vaccinare le persone


Il Rischio è che nel 2022 non ci sia un numero sufficiente di odontoiatri iscritti nelle graduatorie. AIO propone una soluzione ed intanto consiglia di presentare comunque la domanda


Lo chiede una interrogazione parlamentare. Pollifrone (CAO Roma): una iniziativa utile per il Paese in difesa della salute dei cittadini, che vedrebbe legittimata la nostra dignità professionale...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La nuova visione della parodontologia: sempre più correlata alla salute generale