HOME - Cronaca
 
 
18 Dicembre 2020

Tribunale confisca alloggio ed attrezzature di un abusivo a Torino

Prima applicazione della nuova norma sull’abusivismo sanitario. D’Agostino (CAO): Legge Lorenzin si dimostra strumento efficacie


La sentenza della VI Sezione del Tribunale di Torino, che ha condannato alla pena di 1 anno di reclusione e 20.000 euro di multa un diplomato odontotecnico sorpreso a lavorare su un paziente ed alla confisca non solo delle attrezzature utilizzate per commettere il reato ma dello stesso alloggio dove l’abusivo aveva allestito il suo studio abusivo, è probabilmente la prima applicazione delle nuove pene previste dall'articolo 348 del codice penale sull'abusivismo sanitario modificato dalla Legge Lorenzin.   

Al processo si era costituito parte civile dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Torino che, ha affermato su Torino Medica il presidente CAO Torino Gianluigi D’Agostino (nella foto), “ha sostenuto in giudizio la necessità di arginare la pervicacia dell’imputato nella reiterazione del reato ha portato a questo risultato sorprendente e unico”.  

Questo evento –continua- attesta come una corretta applicazione della Legge Lorenzin sia uno strumento concreto ed efficace nella lotta all’abusivismo verso una sempre maggiore tutela dei cittadini e dei pazienti”.L’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Torino assistito dall’Avv. Roberto Longhin “sottolinea ancora una volta la costanza nell’impegno alla lotta contro l’abusivismo e confida in una Legge che finalmente incomincia oggi a dare i suoi frutti”.

Secondo la Legge Lorenzin i beni confiscati dovrebbero essere trasferiti al patrimonio del Comune dove l'immobile è sito, per essere destinati a finalità sociali e assistenziali. 

Articoli correlati

Sotto la lente del NAS l’attività svolta in una Srl odontoiatrica. Attrezzatura sequestrata e attività sospesa 


Finto dentista multato anche per non aver rispettato le norma anti Covid, ora al vaglio la situazione fiscale


Lo studio nei Quartieri Spagnoli era in pessime condizioni igienico sanitarie, denunciato il finto dentista


Sorpreso dai NAS mentre eseguiva prestazioni odontoiatriche. Nei guai anche lo studio dove operava


Altri Articoli

La medicina è donna, l’odontoiatria ci sta arrivando ma la politica della professione è ancora in mano solo agli uomini con il rischio che le scelte che saranno fatte,...

di Norberto Maccagno


Il rapporto WHO che riconosce la salute orale come "parte integrante del benessere generale della persona"


Fra le principali richieste dell'Associazione: protezione legale e miglioramento al programma di protezione dei compensi


Introdotti nel nuovo impianto contrattuale strumenti capaci di fronteggiare la continua evoluzione del mercato del lavoro 


Fondazione ANDI organizza lunedì 8 marzo un webinar sull’importanza della prevenzione e dell’intercettazione precoce del fenomeno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’odontoiatria protesica oggi: il punto di vista della neo presidente AIOP