HOME - Cronaca
 
 
28 Dicembre 2020

Vaccini: priorità assoluta anche ad odontoiatri e personale di studio

Il Tavolo Tecnico sull’Odontoiatria scrive a Ministro e Vice-Ministro anche per suggerire di coinvolgere i dentisti volontari nel piano vaccinale. Sileri: necessario includere anche odontoiatri


Nel giorno dopo il Vaccine-Day, il Tavolo Tecnico sull’Odontoiatria scrive, nel suo ruolo istituzionale di supporto sui temi odontoiatrici, al Ministro della Salute On. Roberto Speranza ed al Vice-Ministro On. Pierpaolo Sileri.

La considerazione che i componenti del Tavolo Ministeriale hanno deciso di condividere con Ministro e Vice-Ministro, nasce dalla “situazione sanitaria del Paese”, e più nello specifico sulla campagna di vaccinazione anti-Covid avente per oggetto la popolazione italiana, “sensibili alla situazione pandemica con cui il Sistema Paese si sta confrontando di fronte all’esigenza di Sanità Pubblica”. 

“Considerando –si legge nella nota- che in Italia vi sono circa 45.000 Odontoiatri privati, oltre a quelli che operano nelle Istituzioni, aventi pratica quotidiana di prestazioni sanitarie e che un loro coinvolgimento non distoglierebbe ulteriori risorse umane dal Sistema Sanitario Nazionale”, il Tavolo “propone la disponibilità del Settore a sostenere fattivamente ed attivamente il piano vaccinale nelle modalità che auspichiamo riterrete più opportune”. 

“Sicuramente, anche su base volontaria, una buona parte dei Professionisti che rappresentiamo si renderanno disponibili a servire il Paese procedendo uniti verso la risoluzione di questa pandemia”, vene precisato nella nota. 

Per quanto riguarda la somministrazione dei vaccini in via prioritaria, i componenti del Tavolo sull’Odontoiatria scrivono: “In virtù dell’impossibilità al distanziamento legato alle specificità del nostro lavoro contiamo, in linea con quanto già ritenuta prerogativa della professione odontoiatrica in relazione all’alto rischio, di meritare priorità assoluta nell’essere vaccinati, unitamente al personale di studio”.  

Sul tema il Vice Ministro Pierpaolo Sileri, all'Agenzia ANSA, ha dichiarato che "La campagna partirà con la vaccinazione del personale sanitario, ma credo - osserva - che dovrà essere fatta qualche modifica, come già anticipato autonomamente da qualche regione: io ad esempio inserirei i farmacisti, che hanno avuto dei morti durante la prima ondata, e gli odontoiatri, che operano a contatto diretto con tutti i loro pazienti"

____________________________________________________________________ 

Se hai trovato utile questo articolo e non sei ancora abbonato ad Odontoiatria33, sostieni la qualità della nostra informazione 

Articoli correlati

Il presidente Filippo Anelli: vaccinare subito contro il Covid-19 tutti i medici libero professionisti e soprattutto anche gli odontoiatri


Anche nella settimana che si è appena conclusa, il tema centrale sul quale il settore ha concertato le sue attenzioni è stato: quando mi vaccinate? Confesso, a metà settimana...

di Norberto Maccagno


Il neo assessore Moratti conferma il ruolo degli Ordini provinciali nella raccolta dei nominativi degli aderenti 


Rispondendo ad Odontoiatria33 il Commissario Straordinario conferma che non è possibile modificare in questa fase le priorità indicate nel piano vaccinale


Pollifrone (CAO Roma): ora oltre medici, odontoiatri e igienisti dentali liberi professionisti si deve garantire la vaccinazione anche a tutto il personale di studio


Altri Articoli

Partendo da una ricerca italiana il prof. Gagliani pone alcune riflessioni sul ruolo centrale dell’odontoiatra nel “monitoraggio della salute del cittadino e quello della...

di Massimo Gagliani


Il presidente Filippo Anelli: vaccinare subito contro il Covid-19 tutti i medici libero professionisti e soprattutto anche gli odontoiatri


Una riforma da sempre richiesta dal settore odontoiatrico per evitare le attuali differenti regole normative tra Regioni su temi come autorizzazioni sanitarie e ASO


Sono giovani, prevalentemente donne che esercitano al Nord. Lombardia, Lazio, Veneto le regioni con il maggior numero di iscritti


In Europa si fa strada l'idea di un certificato europeo, una sorta di passaporto dei vaccini, per tornare a viaggiare nei prossimi mesi 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta