HOME - Cronaca
 
 
11 Gennaio 2021

Vaccino agli odontoiatri: interrogazione parlamentare per chiedere di intervenire

La richiesta al Presidente del Consiglio per modificare il piano vaccini, ricomprendendo gli odontoiatri, gli igienisti dentali, il personale di studio tra le categorie prioritarie


Sapere se “il Governo non ritenga di dover modificare le linee guida citate in premessa, ricomprendendo gli odontoiatri, gli igienisti dentali, il personale di studio e, in generale, gli altri operatori sanitari e sociosanitari privati, anche non accreditati, nelle categorie che potranno ricevere la somministrazione del vaccino in via prioritaria”.

E’ questa la richiesta che un gruppo di parlamentare, tra cui l’On. Rossana Boldi (nella foto) ha inviato al presidente del Consiglio dei Ministri ed al Ministro della Salute attraverso una interrogazione parlamentare. 

Firmatari ricordano che “le linee guida del piano strategico nazionale per la vaccinazione anti-Sars-COV-2, diramate dal Ministero della salute”, ricomprende solo gli operatori sanitari “pubblici e privati accreditati”, escludendo gran parte degli “odontoiatri liberi professionisti dalle categorie che potranno accedere, con priorità, alla somministrazione del vaccino stesso”.

Esclusione che per i parlamentari, ove confermata, “sarebbe evidentemente irragionevole poiché gli odontoiatri – come tutti sanno – sono tra gli operatori sanitari a più stretto contatto con i pazienti durante le visite e i trattamenti e, di conseguenza, hanno un rischio molto elevato di contrarre l'infezione da Covid-19, a prescindere dal fatto che le visite o i trattamenti stessi avvengano in ambito pubblico o privato”.

Peraltro –continua l’interrogazione- in caso di interventi urgenti e indifferibili, gli odontoiatri possono trovarsi a dover svolgere la prestazione anche nei riguardi di pazienti positivi al Covid-19, com'è stato confermato dall'Associazione nazionale dentisti italiani (Andi) all'interno delle Faq pubblicate sul proprio sito istituzionale”. 

Per tali ragioni, per i firmatari “sarebbe opportuna una revisione delle citate linee guida, recependo le aperture in deroga che già si sono registrate in alcune regioni e recependo altresì le richieste avanzate dalla Commissione albo odontoiatri (Cao), dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e odontoiatri (Fnomceo) e dell'Andi”.  

Articoli correlati

Interrogato dalla FNOMCeO chiarisce che è l’ASL a determinare la sospensione, l’Ordine ha il compito di mero esecutore


Da oggi, chi ne ha diritto riceverà un sms o mail per informalo che il documento è disponibile e scaricabile. Sarà anche possibile richiederlo al proprio medico di base o in farmacia


La vaccinazione ha portato a una notevole riduzione del rischio di morte. Il punto nel rapporto Istat-Iss


Segnali positivi dai dati aggiornati sulla durata della protezione dei vaccini somministrati sul territorio italiano


Come si dice, l’idea c’è ma è la sua applicazione pratica che fa acqua da tutte le parti.All’indomani della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto legge 44/2021 che...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

Albonetti (EDRA): “è stato associato impropriamente il nostro logo ad una iniziativa che ci vede totalmente estranei, valuteremo azioni legali” 


Esercitava da anni in un uno studio in cattive condizioni igieniche. Sanzionato anche per mancato rispetto delle norme anti Covid. Guarda il video


Sarà il Governo a decidere la data. Rimane l’obbligo in caso di assembramenti, al chiuso e negli ambienti sanitari secondo i protocolli previsti


Per il 2021 sono cambiate le scadenze, diventano semestrali per poi passare mensili nel 2022. Ecco cosa è bene ricordare


I consigli di Andrea Grassi, fondatore dell’Accademia per lo Sviluppo Imprenditoriale dello Studio Dentistico. Scarica gratuitamente il video corso


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’odontoiatria al digitale non è solo protesi