HOME - Cronaca
 
 
21 Gennaio 2021

OPI: disponibili a somministrare i vaccini gratuitamente

L’Associazione Odontoiatria Privata Italiana scrive la Ministro Speranza: ''mettiamo a disposizione i nostri studi quali ulteriori punti di vaccinazione''


L’Associazione Odontoiatri OPI (Odontoiatria Privata Italiana) si rende disponibile, a titolo gratuito, ad affiancare i sanitari delle ASL per la somministrazione del vaccino per il Covid-19 alla popolazione italiana.

A dirlo è Giuseppe Cerbone, Presidente OPI in una lettera inviata al Ministro della Salute Roberto Speranza con l'intento, scrive, di “fornire un aiuto concreto e collaborativo mettendo tutta la nostra professionalità e i nostri studi a disposizione per combattere questa piaga che sta mettendo in ginocchio l’Italia e il mondo intero”.

Ci rendiamo conto delle difficoltà oggettive che comporta una vaccinazione massiva di tutta la popolazione italiana e le lunghe file presso i centri di vaccinazione ne sono la conferma”, scrive Cerbone aggiungendo che “siamo consapevoli che la lotta al COVID-19 è una battaglia di tutti e che quindi tutti debbano fare la loro parte”. 

L’OPI, quale associazione no-profit, vuole fornire il proprio contributo e fare la propria parte, affinché l’Italia possa ripartire più velocemente”.

“Come odontoiatri liberi professionisti titolari di studio privato -spiega il presidente OPI- abbiamo la possibilità di vedere numerosi pazienti che si sottopongono alle nostre cure presso i nostri studi dentistici e quindi possiamo agevolmente individuare le varie categorie che il suo Ministero ritiene essere prioritarie”.

Soci OPI che danno la propria disponibilità a “mettere i nostri studi a disposizione del suo Ministero quali ulteriori punti di vaccinazione in modo da ampliare l’offerta alle persone da vaccinare riducendo considerevolmente le file che si creano presso gli attuali centri di vaccinazione”.


Articoli correlati

Per le varie ATS sono i datori di lavoro che devono comunicare la volontà di farsi vaccinare dei propri dipendenti. SIASO raccoglie le adesioni per “evitare esclusioni”


Lo ha chiarito il Cdc, centro di controllo e prevenzione delle malattie degli Stati Uniti


Palozzi (Cambiamo con Toti): per rendere sicuri gli studi è insufficiente vaccinare in questa prima fase solamente odontoiatri e medici


Può invece imporre l’utilizzo dei sistemi di protezione. L’Autority interviene anche sulla possibilità di verificare se il dipendente si è sottoposto a vaccinazione oppure si è rifiutato


L’annuncio dalla CAO di Milano che informa che sarà il datore di lavoro a dover candidare la propria ASO certificando che sia realmente assunta


Altri Articoli

Il Consigliere ligure sostituisce l’On. Sandra Zampa che raccoglie il grazie della FNOMCeO. Nel segno della continuità la conferma di Sileri


Superato lo scoglio del percorso di studio per accedere ai corsi, ecco cosa dovrebbe cambiare dopo il passaggio in Stato Regione e la successiva approvazione in Consiglio dei Ministri


Savini (AIO): il frutto di un lavoro di condivisione tra le associazioni degli odontoiatri, delle ASO, le Regioni ed il Ministero della Salute. Tenteremo di farlo entrare in vigore entro il 24 aprile


Richiesta laurea e diploma di specialità. Le domande dovranno pervenire entro il 10 marzo


La CAO segnala, “la dimenticanza” all’ISS chiedendo di intervenire al fine di non precludere agli odontoiatri la possibilità di essere somministratori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’odontoiatria protesica oggi: il punto di vista della neo presidente AIOP