HOME - Cronaca
 
 
27 Gennaio 2021

Coinvolgere gli odontoiatri nella somministrazione del vaccino

Lo chiede una interrogazione parlamentare. Pollifrone (CAO Roma): una iniziativa utile per il Paese in difesa della salute dei cittadini, che vedrebbe legittimata la nostra dignità professionale al pari di quella medica


A chiederlo al Ministro della Salute Roberto Speranza è l’On. Marcello Gemmato (Fratelli d’Italia) Segretario della XII Commissione Affari Sociali della Camera attraverso una interrogazione con richiesta di riposta in Commissione depositata oggi.

L’iniziativa nasce dopo l’apprezzamento dato dal Viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri nei confronti degli odontoiatri e dei farmacisti che hanno messo a disposizione la loro professionalità nonché le strutture nelle quali operano al fine di poter contribuire alla campagna vaccinale anti Covid-19, ed a seguito di un confronto avvenuto con il presidente CAO Roma Brunello Pollifrone Claudio Lollobrigida, componente del Gruppo di lavoro presso la CAO Roma.

L’Onorevole Gemmato, Segretario della Commissione Affari Sociali, propone che attraverso una nuova norma, come avvenuto per medici di famiglia nella Legge di Bilancio, si possano coinvolgere gli odontoiatri su base volontaria consentendo non solo “di ampliare il numero delle strutture nelle quali poter somministrare i vaccini, ma anche aumentare il numero dei sanitari coinvolti, abilitando gli odontoiatri all’esercizio dell’inoculazione del vaccino”.

Il Segretario della Commissione Affari Sociali ricorda come le “caratteristiche delle strutture nelle quali operano gli odontoiatri si prestano allo scopo poiché risultano già adeguate all’esercizio di una professione sanitaria poiché conformi alla normativa vigente in materia e alla relativa autorizzazione sanitaria regionale rilasciata a seguito di accertamento dei requisiti organizzativi, strutturali, tecnologici, igienici e sanitari della struttura stessa” e che gli odontoiatri “sono già abilitati all’inoculazione di determinati farmaci in specifici distretti del corpo umano ovvero degli anestetici locali”. “Questi sanitari –conclude- potrebbero essere attivamente coinvolti nella campagna vaccinale anti Covid-19”. 

Per Claudio Lollobrigida, “gli studi odontoiatrici, diffusi capillarmente su tutto il territorio nazionale potrebbero, su base volontaria, costituire un ulteriore punto di somministrazione del vaccino. Oltre a garantire una rapida risposta alla richiesta vaccinale e contribuire alla tutela della salute garantita dal SSN, permetterebbero, infatti, anche un notevole risparmio economico rispetto ai centri primula del piano vaccini, già ampliamente criticati per tempi, costi e requisiti”. 

Una iniziativa che per il presidente CAO Roma Bruello Pollifrone (CAO Roma) si rivela “utile per il Paese in difesa della salute dei cittadini, a cui noi odontoiatri vogliamo e possiamo dare il nostro significativo contributo e vedere legittimata la nostra dignità professionale al pari di quella medica”.

____________________________________________________________________

Se hai trovato utile questo articolo e non sei ancora abbonato ad Odontoiatria33, sostieni la qualità della nostra informazione 

Articoli correlati

Per le varie ATS sono i datori di lavoro che devono comunicare la volontà di farsi vaccinare dei propri dipendenti. SIASO raccoglie le adesioni per “evitare esclusioni”


Lo ha chiarito il Cdc, centro di controllo e prevenzione delle malattie degli Stati Uniti


Palozzi (Cambiamo con Toti): per rendere sicuri gli studi è insufficiente vaccinare in questa prima fase solamente odontoiatri e medici


Può invece imporre l’utilizzo dei sistemi di protezione. L’Autority interviene anche sulla possibilità di verificare se il dipendente si è sottoposto a vaccinazione oppure si è rifiutato


L’annuncio dalla CAO di Milano che informa che sarà il datore di lavoro a dover candidare la propria ASO certificando che sia realmente assunta


Altri Articoli

Rimangono in vigore sia le indicazioni operative che quelle per prevenire la legionella nei riuniti. Fino al 6 aprile stretta sulla scuola, si attendono interventi sui congedi parentali anche per i...


UNID Lazio: siamo operatori sanitari ma dimenticati dal piano vaccinale anti Covid-19 della Regione 


Per la Corte europea la direttiva 2005/36/CE, come modificata dalla direttiva 2013/55/UE, non osta a una normativa che ammette la possibilità di un accesso parziale ad una delle professioni...


Il Ministero ha indicato le date di svolgimento dei test d’ingresso alle facoltà con numero programmato. Ecco il quadro completo, compresi gli atenei privati


Con una lettera al Ministero vengono offerti ambulatori e personale per far fronte all’emergenza sanitaria in corso e viene chiesto di autorizzare gli odontoiatri a somministrare le dosi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’odontoiatria protesica oggi: il punto di vista della neo presidente AIOP