HOME - Cronaca
 
 
22 Febbraio 2021

Vaccini ASO in Lombardia: il SIASO invita a comunicare la propria volontà di aderire

Per le varie ATS sono i datori di lavoro che devono comunicare la volontà di farsi vaccinare dei propri dipendenti. SIASO raccoglie le adesioni per “evitare esclusioni”


Come capitato per gli odontoiatri, anche per le vaccinazioni del personale dipendente degli studi odontoiatrici, ASO in particolare, le varie ATS lombarde si stanno comportando con tempistiche diverse. Se in molte provincie le ASO vengono già vaccinate, a Milano sta per cominciare la raccolta delle adesioni.  

Secondo quanto comunica la CAO di Milano sul proprio sito, “l’ATS invierà ai professionisti una mail contenente le istruzioni e il link per l’accesso al sistema. I medici/odontoiatri che intendono far vaccinare il proprio personale di studio dovranno seguire le istruzioni ivi contenute al fine di caricare i dati necessari”. 

Modalità, quella di demandare al datore di lavoro la comunicazione dell’adesione del proprio dipendente, seguita anche dalle altre ATS provinciali. 

Abbiamo ricevuto comunicazione da nostri iscritti che i loro datori di lavoro non hanno ricevuto la mail o non le hanno registrate”, dice ad Odontoiatria33 Fulvia Magenga Segretario Nazionale SIASO.“Per questo motivo abbiamo coinvolto la Regione e ci siamo attivati per raccogliere le adesioni degli ASO che vorranno sopporsi a vaccinazione anti Covid”. 

Per farlo, informa il SIASO, l’ASO dipendente di uno studio odontoiatrico lombardo che vuole essere vaccinato -ma che non è stato già vaccinato, già contattato per essere vaccinato o che il datore di lavoro l’ha già prenotato- può inviare entro domenica 28 febbraio 2021 una mail a vaccinocovidlombardia@siaso.it indicando NOME E COGNOME, INDIRIZZO, CITTA', DATA DI NASCITA, CODICE FISCALE, TELEFONO, INDIRIZZO MAIL. 

SIASO invierà i nominativi ricevuti alla Regione che provvederà a contattare direttamente l’ASO per prendere appuntamento ed effettuare il vaccino.     

Articoli correlati

Lo ha chiarito il Cdc, centro di controllo e prevenzione delle malattie degli Stati Uniti


Palozzi (Cambiamo con Toti): per rendere sicuri gli studi è insufficiente vaccinare in questa prima fase solamente odontoiatri e medici


Può invece imporre l’utilizzo dei sistemi di protezione. L’Autority interviene anche sulla possibilità di verificare se il dipendente si è sottoposto a vaccinazione oppure si è rifiutato


L’annuncio dalla CAO di Milano che informa che sarà il datore di lavoro a dover candidare la propria ASO certificando che sia realmente assunta


Covid-19: negli Stati Uniti i pazienti tornano negli studi dei dentisti mentre in Uk sette pazienti su dieci non hanno accesso alle cure anche più urgenti


Altri Articoli

Richiesta laurea e diploma di specialità. Le domande dovranno pervenire entro il 10 marzo


La CAO segnala, “la dimenticanza” all’ISS chiedendo di intervenire al fine di non precludere agli odontoiatri la possibilità di essere somministratori


Su Nature si ipotizza che la trasmissione attraverso le superfici non sia più un rischio significativo come ad inizio pandemia


L’avvocato Montaldo: attenzione all’utilizzo che se ne fa. La fotografia è anche un dato personale e, nel caso in specifico, un dato sanitario


Chiarello: alla luce delle scarse scorte di vaccini inconcepibile pensare di voler nuovamente posticipare la somministrazione agli odontoiatri


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’odontoiatria protesica oggi: il punto di vista della neo presidente AIOP