HOME - Cronaca
 
 
03 Marzo 2021

Vaccini nel Lazio: igienisti dentali ancora dimenticati

UNID Lazio: siamo operatori sanitari ma dimenticati dal piano vaccinale anti Covid-19 della Regione 


Nella prima ondata della pandemia del 2020 il volto dell’infermiera segnato dai dispositivi di protezione individuali è stato considerato il simbolo della lotta al coronavirus, celebrata anche ieri sera durante il Festival di Sanremo. 

Ad un anno dall’inizio della pandemia abbiamo una categoria professionale che svolge attività ad altissimo rischio biologico per Covid-19 che non è stata ancora coinvolta nel piano strategico vaccinale anti sars Cov 2: si tratta degli igienisti dentali! Siamo operatori sanitari ad oggi dimenticati dalla Regione Lazio per il nostro inquadramento professionale, poiché per la maggior parte liberi professionisti!  Credete voi che l’essere liberi professionisti ci esponga a meno rischio rispetto a tanti altri operatori sanitari dipendenti di strutture pubbliche o accreditate?  

L’igienista dentale che tanto vorrebbe far conoscere le sue preziose competenze in ambito della prevenzione odontoiatrica, si ritrova invece a manifestare tutto il suo disappunto lavorando con le stesse protezioni degli operatori a contatto con pazienti positivi al Covid-19, perché come  sempre abbiamo il dovere di considerare tutti i pazienti come potenzialmente infetti di qualsiasi malattia per poter prevenire contagi accidentali tra paziente e operatore o tra paziente e paziente.  

Anche noi silenziosamente da quando abbiamo ripreso l’attività lavorativa viviamo gli stessi disagi degli operatori sanitari delle strutture del servizio sanitario nazionale o accreditate, ma noi a differenza loro senza aver avuto ancora ad oggi la possibilità di venire vaccinati. Questi sono i nostri volti durante la nostra giornata lavorativa! 

Riteniamo doveroso e giusto essere considerati come operatori ad alto rischio quindi in diritto di essere vaccinati al più presto!  

Regionale Lazio Unione Nazionale Igienisti Dentali U.N.I.D.

Articoli correlati

Entrando nel merito di un medico (famoso) sospeso dall’Ordine di Torino, il Ministero ribadisce la necessità di indicare la sospensione ma non il motivo. Parere che mette in difficoltà i liberi...


La norma sul Green pass che da venerdì 15 ottobre obbligherà, di fatto, tutti i lavoratori anche autonomi ad essere vaccinati o effettuare un tampone ogni 48-72 ore, tocca ovviamente anche il...

di Norberto Maccagno


L’OMCeO milanese chiarisce la procedura da seguire e ribadisce: l’Ordine non può esercitare nessun parere valutativo


Chi vorrà potrà fare la terza dose non appena sarà completato il richiamo agli over ’80 e gli ospiti delle RSA. Ad affermarlo è il Direttore Generale della Prevenzione del Ministero della...


Anelli: i sanitari a rischio sono tutti, non si faccia il 'tu sì tu no. La terza dose va estesa a tutti perché «garantisce la riduzione del rischio e aiuta la categoria a continuare a lavorare in...


Altri Articoli

Elite Computer Italia, una delle aziende leader nello sviluppo di software e servizi informatici per il settore dentale, parte di Henry Schein One, presenta le ultime soluzioni nel...


Riguarda il Webinar con Daniele Cardaropoli per approfondire e confrontarsi sulle più attuali in tema di chirurgia parodontale.


Più sicuro se abbinato ad una registrazione analogica. L’esperienza di Costanza Micarelli: la tecnologia è un enorme aiuto ma solo se abbinata ad esperienza e conoscenze del clinico e del tecnico


Il Decreto-Legge 21 settembre 2021, n. 127  (DL Green Pass Lavoro) recante Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione...


Entrando nel merito di un medico (famoso) sospeso dall’Ordine di Torino, il Ministero ribadisce la necessità di indicare la sospensione ma non il motivo. Parere che mette in difficoltà i liberi...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio