HOME - Cronaca
 
 
26 Ottobre 2021

Come si comportano in UK se un membro dello studio entra in contatto con un positivo Covid

Discordanti le indicazioni del Governo e quelle NHS. Per la British dental Association poca chiarezza che penalizza il paziente

Cristoforo Zervos

Mentre in Inghilterra i contagi stanno crescendo il Governo sta valutando se reintrodurre le restrizioni. Tra questo anche le regole sull’isolamento. Oggi il consiglio del Governo è di non porsi in isolamento (supponendo che vengano prese altre precauzioni) se un contatto familiare risulta positivo, al contrario di come avviene in Italia. 

Mentre il NHS raccomanda di non andare al lavoro per almeno 10 giorni. Secondo la BDA (British Dental Association) questa discordanza di indicazioni sta causando molte interruzioni nella fornitura delle pratiche di cura. La BDA, in accordo con le linee guida del governo, sta consigliando, per il personale del gabinetto del dentista che vive a stretto contatto con un caso positivo al COVID-19, di tornare al lavoro, valutando da caso a caso ed in base al rischio.  

Questo nell’attesa che vengano prese decisioni chiare dagli organi competenti. Esistono diverse condizioni da applicare. La BDA raccomanda che il personale venuto a contatto con un caso positivo all’interno della propria famiglia e che, con la sua assenza, può creare un rischio significativo per la salute dei pazienti, può recarsi al lavoro se è completamente vaccinato e dopo 14 giorni l’inoculazione della seconda dose. Questo deve avvenire solo in circostanze eccezionali e solo dove possono essere adottate misure di sicurezza aggiuntive.

La decisione deve essere soggetta ad un processo di valutazione del rischio e coinvolgere la dirigenza dello studio, il medico di base e l’autorità sanitaria locale. Inoltre, il personale dovrà sottoporsi ad un test PCR giornaliero. Inoltre, la BDA consiglia ai dirigenti degli studi medici di sensibilizzare  i propri lavoratori a rispettare le regole di comportamento più stringenti e ad informare (nel rispetto della privacy) su situazioni di positività al Covid-19, di invitare i propri lavoratori a prestare particolare attenzione all’uso delle mascherine ed al distanziamento sociale, di intensificare l’automonitoraggio delle proprie condizioni di salute e di effettuare con regolarità una disinfezione della postazione di lavoro e degli strumenti, oltre alle buone pratiche di costante areazione degli ambienti. 

Articoli correlati

Stimata ed apprezzata, fino all’ultimo ha lavorato per il bene della professione con tenacia, impegno ed entusiasmo. Molti i messaggi di ricordo delle sue colleghe e dei dirigenti delle...


Scoperti a Torino ed in provincia di Piacenza. L’Ordine di Brescia invia gli elenchi dei sospesi al NAS per effettuare verifiche


Oltre a quelli italiani ne hanno parlato il New York Times, Al Jazeera, siti spagnoli e degli altri Paesi europei. Sileri: sarebbe una macchietta se non fosse un odontoiatra


Verificate quasi 5 mila posizioni. Chi sorpreso a lavorare è stato denunciato per l’ipotesi di reato di esercizio abusivo della professione sanitaria. Ecco tutti i casi odontoiatrici segnalati


“Prendersi cura dell’uomo per curare l’organismo, gestire la complessità con la sapiente applicazione di scienza, clinica, professionalità e umanità.”Con questo take home message si è...


Altri Articoli

Stimata ed apprezzata, fino all’ultimo ha lavorato per il bene della professione con tenacia, impegno ed entusiasmo. Molti i messaggi di ricordo delle sue colleghe e dei dirigenti delle...


Scoperti a Torino ed in provincia di Piacenza. L’Ordine di Brescia invia gli elenchi dei sospesi al NAS per effettuare verifiche


Circolare della FNOMCeO agli Ordini provinciali con le prime indicazioni sui passaggi per ottemperare a quanto disposto con il nuovo Decreto su estensione dell’obbligo vaccinale 


Agorà del Lunedì     06 Dicembre 2021

Le basi della patologia

Quali sono le cause delle affezioni della polpa dentale e quali le contromisure da adottare? Di questo parla il prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


Il dott. Di Fabio ci ricorda che l’esonero è temporaneo fino a quando non si riunirà la Stato-Regioni stabilendo le modalità di registrazione


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi