HOME - Cronaca
 
 
25 Novembre 2021

Abusivo e prestanome denunciati a Torino

Paziente si lamenta in studio per cure mal fatte, gli animi si accendono e interviene la polizia che scopre che uno dei dentisti dentista non è


Una paziente, a quanto pare non più tanto paziente, dopo essersi sottoposta nel 2020 ad un intervento di implantologia (costo 6 mila euro), comincia ad avere problemi: dolori, sanguinamenti.Nulla di importante, “suggestioni”, gli avrebbe detto il dentista che l’ha curata, stando alla ricostruzione fatta dalla stampa locale. Il presunto dentista sarebbe un uomo di 58 anni che lavora nello studio di un vero dentista di 72 anni iscritto all’Ordine di Torino. 

I problemi continuano fino a quando la protesi si “stacca”, la paziente trona dal dentista che non sembrerebbe riuscire a risolvere il problema, così la donna si rivolge anche al pronto soccorso dell’ospedale dove le consigliano di richiedere la cartella clinica e la documentazione sulle cure ricevute. Tornata nello studio la paziente si vede proporre un nuovo lavoro a patto che sottoscriva una liberatoria con il quale sollevasse da responsabilità i due medici: ovviamente la signora si è rifiutata di sottoscrivere il documento.

A questo punto, e siamo ai giorni scorsi ricorda sempre la stampa locale, la paziente sbotta e litiga con il personale fino a rendere necessario l’intervento di una pattuglia della Polizia. Sentite le varie parti in causa e fatti i dovuti accertamenti, gli agenti scoprono che l’uomo di 58 anni non era un dentista e che, con il vero odontoiatria titolare dello studio, erano già stati denunciati nel 2020 sempre per esercizio e concorso in esercizio abusivo della professione medica.

I due sono stati nuovamente denunciati e lo studio posto sotto sequestro. 

Articoli correlati

Iscritto all’Ordine di Trento era stato sospeso, ma i militari dl Nas lo trovano a lavorare in studio e lo denunciano


Il fatto risale al 2016 quando, ad Udine, i miliari del NAS scoprivano e denunciavano un diplomato odontotecnico di 55 anni a curare pazienti senza averne i titoli. Ad aiutarlo, informa la stampa...


Nonostante il Comune avesse revocato l’autorizzazione sanitaria l’ambulatorio continuava ad essere aperto, e le cure le prestava un non abilitato


Il Tg satirico di Canale 5 smaschera l’illecito e spiega chi può effettuare lo sbancamento dentale. Le congratulazioni all’inviata di AIDIPro


Capita a Cava de’Tirreni in provincia di Salerno. La Guardia di Finanza, a seguito di una serie di indagini, effettuano una perquisizione nelle abitazioni di due fratelli alla ricerca di armi non...


Altri Articoli

Verificate quasi 5 mila posizioni. Chi sorpreso a lavorare è stato denunciato per l’ipotesi di reato di esercizio abusivo della professione sanitaria. Ecco tutti i casi odontoiatrici segnalati


“Prendersi cura dell’uomo per curare l’organismo, gestire la complessità con la sapiente applicazione di scienza, clinica, professionalità e umanità.”Con questo take home message si è...


Da lunedì le nuove norme su green pass e obbligo vaccinale anche per il personale non sanitario che opera negli ambulatori pubblici e privati. Ma la vera scadenza è quella del 15 dicembre


Un studio pubblicato sul British Medical Journalha osservato un graduale aumento del rischio di infezione nelle persone che avevano ricevuto la seconda dose di vaccino(Pfizer-BioNTech) da almeno 90...


Respinto il ricorso di un medico sospeso. Anelli: una sentenza che richiama il dovere deontologico legato al fatto di essere medici


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi