HOME - Cronaca
 
 
30 Aprile 2007

"Speaker's corner" - Dental discount

di Cosma Capobianco


Nel mondo del lavoro di oggi il primo comandamento è ridurre i costi, magari badando anche a non scendere i gradini della qualità, ma non sempre è così. Tutto deve costare di meno, anzi il meno possibile: dalla pasta ai viaggi aerei ai denti. Il personale diventa una risorsa, “umana”, sì, ma trattata come una fornitura qualsiasi: la si può cambiare quando si vuole, tanto se ne trova in abbondanza, anche con una laurea in odontoiatria. Grazie anche ad alcune norme regionali in Lombardia si sono diffusi a macchia d’olio poliambulatori con decine di riuniti, battezzati “service”, che eseguono cure odontoiatriche a basso prezzo, godendo dei rimborsi da parte della Regione.
In questi ambienti non si va tanto per il sottile, dichiarazioni come quelle riportate possono costare il posto senza preavviso e perciò chiameremo dr XY la nostra fonte, che non necessariamente è di sesso maschile.

Come ha cominciato a lavorare in questi ambienti?
Era il 2004: lavoravo nel mio studio da alcuni anni ma bisognava metterlo a norma con le nuove regole e i costi erano esagerati, facevo anche da collaboratore nello studio di alcuni colleghi. Ho fatto due conti e ho deciso di tenermi le consulenze e trovarmi qualcos’altro. E così ho cominciato in questo poliambulatorio gestito da una società. All’inizio andava abbastanza bene: coi rimborsi della Regione, le cure costavano davvero poco e venivano molti pazienti, anche gente che poteva benissimo permettersi un dentista privato. Gli studi qui intorno hanno sofferto molto.

E poi?
Poi sono arrivati i Lea (Livelli essenziali di assistenza ndr) che hanno drasticamente ridotto la platea di cittadini a ticket e i prezzi sono di colpo aumentati perché veniva a mancare il rimborso regionale. Perciò il futuro di questi centri mi sembra piuttosto grigio: i pazienti “buoni” se ne torneranno nel privato. Resteranno i pazienti di livello socio-economico più basso: quelli che vengono solo per il dolore o perché in bocca hanno solo radici.

Ma come si lavora lì, a cottimo?
No, ci pagano 26 euro lordi all’ora nelle strutture interne a un ospedale oppure in percentuale. Di sicuro non è un posto per palati esigenti: i proprietari tendono a risparmiare su tutto, anche sui materiali, ma non sull’immagine.
Per esempio, le assistenti sono belle ragazze con divise eleganti ma finito il loro turno se ne vanno e ci si deve arrangiare da soli. In precedenza avevo lavorato in un altro service, che si trovava all’interno di un ospedale, dove al mattino non trovavo quasi mai i manipoli sterili con i pazienti già accomodati in poltrona.

E i materiali?
Dico solo che non sempre riesco a trovare una fresa di Batt.

Insomma non vi invogliano a restare…
Sì, il ricambio di operatori è incessante: arrivano tanti colleghi freschi di abilitazione e i pazienti cambiano spesso panorama. Per fortuna che almeno possiamo gestirci i tempi operativi: se mi serve più tempo per un paziente, posso averlo.

GdO 2007; 7

Tag

Articoli correlati

L’enucleazione, con o senza innesto osseo allogenico, è la principale procedura chirurgica per trattare le piccole cisti odontogene. Tuttavia l'approccio alle cisti di grandi...

di Lara Figini


Nella prima riunione raccolto il sostegno di PD, FI e Fratelli d’Italia. L’iter ora prevede audizioni di esperti e delle associazioni di pazienti


I disturbi respiratori del sonno (SDB, Sleep Disordered Breathing) sono un gruppo eterogeneo di condizioni croniche in cui si verificano ripetuti episodi di ipopnea e/o apnea durante il riposo...


Per CERGAS SDA Bocconi sono 31 miliardi di euro l’anno i costi diretti, sanitari e non, e indiretti: su 12 milioni di casi medio-gravi stimati, solo il 4% viene accertato


Altri Articoli

Dopo il DiDomenica della scorsa settimana in cui chiedevo una mano per fare alcune riflessioni sul primo passo per diventare dentisti, iscriversi al Corso di laurea, in questo affrontiamo...

di Norberto Maccagno


Cronaca     10 Luglio 2020

Abusivo denunciato a Roma

Immagine di archivio

Scoperto a seguito delle segnalazioni di alcuni pazienti. Posto sotto sequestro anche lo studio


Un webinar organizzato dalla CAO di Varese ha analizzato il periodo di pandemia attraverso sondaggi effettuati su dentisti europei, lombardi e della provincia di Trento. Riguarda l’intero evento


Disposizione contenuta nel Decreto Semplificazioni. Sanzioni anche per gli Ordini che non vigileranno o non comunicheranno gli elenchi  


Scarica il capitolo tratto dal libro “Approccio sistematico alla terapia ortodontica con allineatori”, manuale che analizza l’approccio basato sull’uso di allineatori senza perdere di vista...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION