HOME - Cronaca
 
 
03 Marzo 2008

Dum Romae consulitur...

di Cosma Capobianco


Mentre a Roma si discute, Sagunto viene espugnata.
La sconsolata osservazione dello scrittore latino Sallustio, ben nota ai liceali, si riferiva all'incapacità di prendere decisioni tempestive e risolutive in un momento grave e, ancora oggi, è quanto mai applicabile in molti ambiti, compreso quello del contenzioso tra medici e pazienti.
Ma, se a Roma poco o nulla cambia, a Londra sono passati all'azione già da un po'. Nel maggio del 2006 per iniziativa del General Dental Council, l'organo che governa tutte le professioni del mondo dentale nel Regno Unito, è stato istituito il Dental Complaints Service, che si occupa di gestire le controversie insorte tra pazienti e dentisti privati prima che vadano a finire in tribunale.
Recentemente è stato pubblicato il resoconto del primo anno di attività e sembra abbiano usufruito del servizio più di 1.600 pazienti che si sono visti restituire oltre 100.000 sterline. In ordine di frequenza le principali fonti di contenzioso si sono rivelate le cure male eseguite (in particolare otturazioni, protesi totali mobili, corone, cure endodontiche e protesi fisse), i costi eccessivi, la scarsa attenzione verso le richieste del paziente e la mancanza del consenso informato.
Nel 75 per cento dei casi, la controversia si è risolta in pochi giorni.
Tra gli obiettivi che ancora devono essere completamente raggiunti, il primo è far conoscere a tutti l'esistenza del Dental Complaints Service, su questo sono d'accordo sia Hugh Smith, direttore del Dcs, sia Frances Blunden, consigliere di "Which", storica rivista della più importante associazione inglese di consumatori.
In un articolo da poco pubblicato sul quotidiano "The Independent" entrambi auspicano che il pubblico venga capillarmente informato, nel medesimo articolo la signora Blunden avanza un'altra richiesta, che da noi sta suscitando aspre discussioni: "Ci dovrebbe essere una sorta di listino prezzi di riferimento in modo che il paziente possa sapere se il suo dentista è nella media o di quanto se ne discosta".
Ricordiamo che nel Regno Unito molti dentisti sono convenzionati col servizio sanitario nazionale ma la qualità dell'assistenza è in costante peggioramento per la scarsa remunerazione offerta; l'insoddisfazione dei dentisti è tale che diventa sempre più difficile trovarne uno che lavori in convenzione.

Il "disinnesco delle potenziali bombe" avviene in modo semplice con il pragmatismo tipico degli inglesi. Chi si ritiene insoddisfatto può mettersi in contatto con il Dcs per telefono o compilando un modulo sul sito internet www.dentalcomplaints.org.uk.
Alla base c'è l'idea di aiutare non solo i pazienti, ma anche i dentisti e gli altri operatori per risolvere ogni tipo di controversia e ristabilire il necessario rapporto di fiducia. Tutti i reclami vengono presi in considerazione tranne quelli riguardanti casi che richiedono una valutazione deontologica che vengono demandati al General Dental Council.
Raccolte le informazioni, il servizio stabilisce la fondatezza del reclamo mediante una commissione. Quest'ultima suggerisce al professionista come ovviare: mediante una semplice richiesta di scuse al rifacimento delle cure o al rimborso delle spese in tutto o in parte.

GdO 2008; 3

Articoli correlati

Può un odontoiatra non solo curare il proprio paziente ma anche tutelarlo dal punto di vista medico legale come Consulente Tecnico di Parte? A porre il dubbio, anzi a ricordare il divieto, è...


Il contesto in cui opera il Professionista Medico Odontoiatra, oggi, si è sempre più strutturato nel senso della tutela della Salute del Paziente a 360°; in questo senso richiama l’art. 1 della...


La costruzione, la gestione e il mantenimento di un buon rapporto con il paziente resta, al pari del valido risultato tecnico, la migliore forma di prevenzione del contenzioso in...


Sono 300 mila in Italia le cause contro medici e strutture sanitarie private e pubbliche. Trentacinque mila nuove azioni legali ogni anno. Ma secondo i dati più aggiornati (Tribunale del malato...


Continua a suscitare interesse e dibattito nel mondo odontoiatrico forense e in vari forum e blog di odontoiatria, la vicenda della "condanna" inflitta al medico odontoiatra dal Tribunale di Vasto in...


Altri Articoli

Ancora troppo poche le certezze per indicare strumenti e procedure scientificamente validate che possano garantire la sicurezza degli operatori 


Servirà un nuovo adempimento burocratico per consentire ad ENPAM di inviare l’indennizzo statale dei 600 euro. Per quello dei 1000 euro ancora tutto fermo, ma quando arriverà sarà tassato


Corso live con il prof. Mattero Chiapasco martedì 14 aprile. L’obiettivo è di fornire tutte le informazioni necessarie per prevenire e gestire in modo efficace le complicanze


Una ricerca Key-Stone, in collaborazione con IDI Evolution, cerca di sondare come i professionisti ipotizzano ed intendono affrontare la situazione. Il 14% pensa che sarebbe più opportuno chiudere...


Lo afferma nella conferenza stampa della Protezione Civile delle 18. Intanto scoppia la polemica tra ANDI ed SIASO sul parere dell’INAIL sulle mascherine


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni