HOME - Cronaca
 
 
09 Aprile 2008

"Visto da fuori" - Odontotecnici: a che punto il profilo?

di Norberto Maccagno


In questi mesi sui vari siti delle associazioni odontotecniche e odontoiatriche molto è stato scritto sul nuovo profilo degli odontotecnici. Ma a che punto sta la questione?
Dalla riuscita della manifestazione di protesta degli odontotecnici risalente allo scorso 11 luglio, con la quale si chiedevano il riprisitino del testo già approvato nel 2001 e non quello modoficato dal Css, nulla era cambiato fino al 4 febbraio, quando il Ministero della salute ha trasmesso il testo alla conferenza delle regioni per il previsto parere necessario per proseguire l'iter d'istituzione
Il 12 marzo la Commissione salute della Conferenza delle regioni prende in esame il documento rimandando ogni decisione all'insediamento del nuovo Governo.
Sull'esito della riunione abbiamo però registrato pareri discordi. L'Aio attraverso un comunicato sostiene che "la commissione Sanità della Conferenza stato-regioni riunita oggi a Roma, presenti gli assessori regionali alla sanità, ha respinto l'istituzione del corso di laurea per gli odontotecnici in area sanitaria, interrompendo, dunque, l'iter del profilo sanitario dell'odontotecnico".
Di parere diverso le associazioni sindacali degli odontotecnici che parlano di un rinvio alla nuova legislatura. "La Commissione salute della Conferenza stato-regioni riunitasi mercoledì 12 marzo a Roma - leggiamo su sito dello Sno - ha
deciso ufficialmente di rinviare l'approfondimento sul profilo professionale a dopo la prossima consultazione elettorale." In altre parole, non è stata raggiunta l'unanimità a procedere tra gli assessori regionali alla sanità.
Per capire chi avesse ragione, il 13 marzo ho parlato con la segreteria della commissione salute della conferenza delle regioni che, sostanzialmente, mi ha confermato la versione degli odontotecnici.
La segreteria motiva il rinvio con il fatto che l'attività del Governo è finalizzata all'ordinaria amministrazione e quindi non avrebbe potuto realizzare l'eventuale Dm.
Tutto chiarito? Assolutamente no.
A portare nuovamente scompiglio è il comunicato del 19 marzo (ore 19:30) a firma delle seguenti sigle sindacali Cna-Sno, Cio-Confesercenti e Uop. Questo il testo: "La Commissione salute della Conferenza stato-regioni, riunita oggi ha recepito le richieste di modifica del testo del profilo professionale dell'odontotecnico avanzate dalle scriventi associazioni, trasferendo gli atti alla conferenza stato-regioni per il prosieguo dell'iter di approvazione. Maurizio Troiani, Alberto Battistellli e Gennaro Mordenti, dopo aver incontrato nella mattinata il sottosegretario Gian Paolo Patta, hanno incontrato
nel pomeriggio, nelle pause dei lavori, rappresentanti della commissione salute. Le scriventi associazioni manifestano la propria grande soddisfazione, ringraziando tutti i colleghi che hanno attivamente collaborato al perseguimento di questo importante, seppur non definitivo, risultato."
Non tarda ad arrivare il commento dell'Aio nel quale si sostiene che "il profilo dell'odontotecnico è stato respinto e la riunione di oggi lo conferma. Nella convocazione dell' incontro di oggi, infatti, l'argomento in oggetto era inserito all'ordine del giorno. Aio, temendo qualche sgambetto, ha fortemente sollecitato le autorità delle regioni e delle province autonome, che hanno ribadito la contrarietà già manifestata nella riunione del 12 u.s.
Il risultato è stato che il profilo dell'odontotecnico è stato eliminato dall'ordine del giorno, e non c'è stata nemmeno una discussione ufficiale, segno evidente che la volontà delle amministrazioni è molto lontana dalla unanimità. 
Non risulta che la commissione tecnica riunitasi in modo informale nella giornata di ieri 19 marzo, abbia esaminato tale problematica e ancor meno che la stessa sia stata modificata o integrata, su richiesta delle OO.SS. degli odontotecnici, come invece gli stessi avevano dichiarato. Nella terminologia 'politichese' però, non si usa mai la parola 'respinto', e questo aveva irritato coloro che confidano in un compromesso più o meno celato, preferendo dire che era stato rinviato a data da destinarsi".
Quindi? Per sapere se qualcosa era successo ho nuovamente telefonato alla segreteria della commissione salute che mi ha liquidato dicendo che nulla era cambiato da tre giorni prima. Non contento chiedo chiarimenti all'ufficio stampa della conferenza delle regioni, allegando anche il comunicato Sno. Dopo qualche giorno mi chiamano spiegandomi che non c'è stata nessuna riunione, che il parere sulla istituzione della professione sanitaria di odontotecnico è rinviato a dopo l'insediamento del nuovo Governo e che la questione "non è mai stata inserita all'ordine del giorno della Stato Regioni".
Sempre l'ufficio stampa non esclude però che ci possano essere stati incontri informali tra esponenti sindacali e componenti della Commissione salute. Lo stesso ufficio stampa ci informa che nella riunione del 12 marzo la commissione aveva informalmente cominciato a prendere visione della questione, in particolare per valutare un parere che pone alcuni dubbi sulla forma giuridica utilizzata per istituire il nuovo profilo dell'odontotecnico. Non viene detto da chi questo parere sia stato formulato; probabilmente si riferisce a quello del ministero dello Sviluppo economico del 19 dicembre attraverso il quale si pongono dubbi anche sulla procedura utilizzata per l'individuazione della  nuova professione sanitaria. In conclusione, nonostante gli scritti, per ora nulla è cambiato. 

GdO 2008; 5: 1, 16, 17

Articoli correlati

Si è tenuto a Nara (Giappone), tra il 5 e 7 Ottobre, il quindicesimo congresso dell’IFDAS, la Federazione Internazionale delle Società di Anestesia Odontoiatrica, un avvenimento con cadenza...


È stato forte e chiaro il messaggio che AIDI e UNID, le associazioni degli igienisti dentali, hanno voluto lanciare alla politica e alle istituzioni relativamente alle tematiche che riguardano e in...


Odontoiatria 33, riprendendo un comunicato dell'Ufficio Stampa della FNOMCeO ha divulgato la notizia che il Presidente Nazionale della Commissione Albo Odontoiatri Dott. Giuseppe Renzo, esasperato...


Il Social Dreaming è una tecnica di lavoro ideata da G. W. Lawrence negli anni '80 quando era direttore al Tavistock Institute of Human Relations di Londra. Tale modello, considera "le...


La scorsa settimana un comunicato stampa annunciava la nascita dell' ANCOD l'Associazione Nazionale dei Centri Odontoiatrici. Odontoaitria33 ha intervistato il presidente Michel Cohen (nella foto)...


Altri Articoli

ANDI in collaborazione con AIO, CAO, Fondazione ANDI, diffonde una guida pratica per odontoiatri e personale di studio condivise con il Ministero della Salute


Dopo circa vent’anni sembra impossibile riuscire, ancora, a scoprire sull’ECM situazioni decisamente “difficili da capire”. Ed invece sembra chi si possa riuscire, e senza neppure impegnarsi...

di Norberto Maccagno


Per il Prefetto lo studio odontoiatrico sarebbe equiparato alle attività professionali e negli 11 Comuni “focolaio”, gli studi dovranno rimanere chiusi salvo per le emergenze


Tra le tante opportunità di aggiornamento professionale per i soci della Società Italiana di Parodontologia, anche quella offerta dal canale SIdP Edu 


Immagine di repertorio

A scoprirlo e denunciarlo il NAS di Catania ed i carabinieri di Pietraperzia, sequestrato anche lo studio. Cassarà (CAO Enna), ci costituiremo parte civile.


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni