HOME - Cronaca
 
 
01 Settembre 2010

L’utilizzo dei filler nei tessuti labiali e periorali da parte dell’odontoiatra: considerazioni medico-legali e di tutela assicurativa

di D. Betti, A. Casadei, D. Pescarolo


Obiettivi. Lo scopo del lavoro è stato verificare se la formulazione standard delle polizze di assicurazione per la responsabilità civile professionale dell’odontoiatra possa garantire un’adeguata copertura in caso di trattamenti di cosmesi delle labbra e tessuti periorali con impiego di filler, anche a seconda se questi siano di tipo riassorbibile, semi-permanente, permanente
Materiali e metodi. Sono state esaminate le proprietà/caratteristiche di alcuni dei filler più comunemente utilizzati nella labioplastica, gli eventi avversi correlati al loro impiego e le clausole contrattuali di alcune polizze assicurative destinate a coprire l’esercizio dell’odontoiatria, della chirurgia plastica, della medicina estetica, della dermochirurgia.
Risultati. L’accadimento di reazioni avverse, nel caso di utilizzo di filler temporanei, non sembra produrre danni biologici di carattere permanente.
Conclusioni. Esiste un realistico rischio di insufficiente copertura del rischio professionale assicurabile poiché la sottoscrizione di estensioni di garanzia ai cosiddetti “danni estetico-fisionomici” non equivale automaticamente alla dichiarazione di effettuare “interventi, applicazioni e/o terapie di tipo estetico”, che la Compagnia assicuratrice potrebbe pretendere, identificando gli estremi dell’aggravamento di rischio da comunicare ai sensi dell’art. 1898 CC.



Articoli correlati

Grazie all’esclusivo Complesso Idroxiplus il nuovo dentifricio agisce come filler riparando le micro fratture e le abrasioni sulla superficie dello smalto


AGORA’ “allerta” le Istituzioni sulle proposte di estensione della competenza Odontoiatrica in ambito di Medicina Estetica


Un regolamento, in fase di realizzazione, definirà le regole per iscriversi. Pollifrone (CAO Roma): “l’obiettivo è quello di tutelare sempre la salute dei cittadini”


Quelle odontoiatriche seguono lo stesso principio. Di Gioia (POIESIS): anche in caso di prestazioni rese nell’ambito anatomico di competenza extra orale


Con il presidente SIMEO proviamo a fare il punto sulle applicazioni pratiche del parere fornito al Ministero dal Consiglio Superiore della Sanità


Altri Articoli

La lettura, ironica, data da alcuni lettori su Facebook della sentenza del Tar Lombardia che ha accolto il ricorso di un dentista sospeso dall’ATS perché non vaccinato, consentendo di...

di Norberto Maccagno


Non cambia la sede, sempre Bologna, le iscrizioni (gratuite) entro il 25 marzo. Queste le nuove scadenze per invio abstract e poster


Firmato il DPCM sulle attività essenziali, non servirà il Green pass per accedere a cure e visite neppure per gli accompagnatori, fermo restando il rispetto delle regole sul triage


Il 7,2% di medici ed odontoiatri che, sulla piattaforma del Green pass, risultano ‘inadempienti’ e da verificare. Anelli: “si tratta di un dato grezzo che non fotografa la situazione reale”


ANSOC scrive al Ministero chiedendo un incontro insieme alle altre Associazioni di riferimento. Di Fulvio: “Inspiegabile ed assurda la riduzione di rimborso da somme già insufficienti a coprire i...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi