HOME - Cronaca
 
 
10 Aprile 2012

Cura degli anziani: come deve evolvere lo studio?

Cambiamenti strutturali e organizzativi

di Debora Bellinzani


studiostudio

Lo studio odontoiatrico dovrà essere adattato alle esigenze degli anziani e ai problemi che potrebbero incontrare nell'accedervi, prevedendo per esempio la presenza di ascensori per raggiungerlo o di porte più larghe del normale per consentire un accesso comodo alle persone che utilizzano strumenti che aiutano la deambulazione oppure alle carrozzelle e alle sedie da trasporto.
Parola di Daniel Kandelman, direttore dell'International Center of Prevention of Dental Diseases for Specific Need Populations e professore presso la facoltà di Odontoiatria dell'Università di Montréal in Canada, intervistato dal Giornale dell'Odontoiatra sul tema.
"Anche gli arredi che compongono lo studio dovrebbero essere modificati, scegliendo per esempio poltrone adatte e sedie comode nella sala d'attesa.
L'odontoiatra e il suo team, inoltre, dovrebbero ricevere una preparazione che li porti a essere molto pazienti con le persone anziane, a parlare lentamente con un tono di voce alto in modo che possano comprendere e a riservare del tempo per affrontare le loro difficoltà; le persone anziane infatti hanno bisogno di maggiore comprensione e pazienza rispetto agli adulti più giovani".

Le cure domiciliari
"Gli odontoiatri che desiderano curare pazienti che non si possono muovere, e che si trovano a casa o negli istituti di cura, dovranno attrezzarsi con strumenti e macchinari odontoiatrici trasportabili e imparare a trattare persone che devono rimanere sdraiate nel letto.
Si tenga presente, a questo proposito, che circa il 10% della popolazione con più di 75 anni è costituito da persone che non possono uscire di casa o che sono ricoverate in istituti di cura".


Il professionista dove potrà acquisire le competenze necessarie?
"Per poter preparare gli odontoiatri ad affrontare tutte queste nuove esigenze è molto importante includere lezioni di odontoiatria geriatrica nella fase iniziale del percorso di studi della laurea in Odontoiatria. Le materie che dovranno essere approfondite sono lo screening del cancro orale, l'implantologia e il mantenimento degli impianti, la farmacologia, il trattamento dei pazienti che non possono raggiungere lo studio, il trattamento della carie radicolare con tecniche basate sull'uso di vetroionomero, la pulizia e il mantenimento delle protesi e le cure palliative per i pazienti con xerostomia grave.
Le materie di questo elenco, non esaustivo, dovrebbero essere integrate nel curriculum accademico dei primissimi anni di studio degli studenti di Odontoiatria che, in un futuro molto vicino, si troveranno a trattare sempre più pazienti anziani nel loro studio.
Gli odontoiatri che poi scegliessero di specializzarsi in Odontoiatria geriatrica dovrebbero, secondo il mio punto di vista, essere formati in corsi post-laurea che li mettano in condizione di spendere gran parte del loro tempo collaborando con le autorità sanitarie nei programmi di Odontoiatria di comunità e nelle attività cliniche rivolte principalmente ai pazienti che non possono raggiungere i luoghi di cura".


Leggi la prima parte dell'intervista a Daniel Kandelman

GdO 2012;4:6-7

Articoli correlati

La mappa delle oltre 5 mila società censite da ENPAM, previsto un gettito di oltre 7 milioni di euro. Controlli e sanzioni: previsti “incroci” con i dati delle Entrate 


Contestati dalla Guardia di Finanza reati fiscali ad un imprenditore romagnolo che organizzava da oltre 15 anni, viaggi in Croazia


Attualmente l’odontoiatria restaurativa non può fare a meno di alcuni capisaldi come l’adesione, le resine composite e la diga di gomma per erogare restauri altamente...


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi.


Presentate le integrazioni al programma di odontoiatria sociale già attivo nella Regione.


Altri Articoli

Un corso FAD EDRA (25 crediti ECM) fa il punto sulla diagnosi e cura delle patologie periapicali di origine endodontica. Il Corso è curato dal prof. Fabio Gorni


Seeberger (FDI): decisione storica, ora la si deve mettere in pratica in ogni singola Nazione per ridurre le disuguaglianze in tema di salute


Il Segretario Magenga risponde alla lettera del presidente Di Fabio sui requisiti necessari in tema di istruzione per  accedere al corso per ASO 


Una Delibera del Comitato Centrale sottolinea come non sia un documento ufficiale FNOMCeO ma un documento “tecnico di sintesi” elaborato autonomamente dalla CAO


La mappa delle oltre 5 mila società censite da ENPAM, previsto un gettito di oltre 7 milioni di euro. Controlli e sanzioni: previsti “incroci” con i dati delle Entrate 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi