HOME - Cronaca
 
 
15 Ottobre 2006

Troppi impianti inutili

di N. Maccagno


“In Italia ogni anno si realizzano circa 1 milione e100 mila impianti dentari, ma il 15 per cento sono trattamenti impropri”. La denuncia è del Corriere della Sera riportando le conclusioni di un convengo organizzato dalla sezione italiana dell’International team for implantology. L’incontro, si legge sul quotidiano, è stato uno scambio di esperienze tra i maggiori esperti mondiali - capofila lo svizzero Klaus Lang, il tedesco Dieter Weingart e il protesista spagnolo Javier Fabrega - che ha portato alla definizione di vere e proprie linee guida per un corretto uso di questa metodica, che fino a dieci anni fa era poco apprezzata dei professionisti italiani e che invece oggi è molto esposta a modalità di intervento inappropriate.“L’impianto è un ottimo sistema per sostituire i denti mancanti, ma non di sostituire i denti presenti”, sottolinea al Corriere Luca Cordaro, primario della divisione di parodontologia e implantologia dell’ospedale Eastmandi Roma, presidente del convegno. In altre parole prima bisogna conservare i denti esistenti, tentando di“salvarli” e non sostituirli, per non rischiare di ricevere impianti inutili.“Accertarsi che l’odontoiatra faccia il possibile per salvaguardare la dentatura residua”, è il consiglio del dottor Luca Cordaro che continua sottolineando come sia“fondamentale affidarsi a professionisti specializzati nella metodica, indispensabile nell’edentulia totale. In questi casi si corre facilmente il rischio di ricevere protesi che hanno un’efficienza ridicola soprattutto ai fini del recupero della masticazione, determinante per lo stato di salute generale”.

Estratto dal quotidiano CORRIERE DELLA SERA


GdO 2006; 14

Articoli correlati

L’aumentata richiesta estetica, senza rinunciare alla preservazione delle strutture biologiche, ha portato allo sviluppo e all’utilizzo, negli ultimi anni, di nuove tipologie...

di Simona Chirico


L’introduzione di impianti corti, definiti tali quando al di sotto dei 10 mm, consente l’inserimento implantare anche in condizioni di scarsa altezza ossea evitando...

di Lara Figini


Al giorno d’oggi, i materiali di elezione per restaurare corone singole sono il disilicato di litio e la zirconia.Entrambi i materiali possono essere rivestiti con ceramica...

di Lorenzo Breschi


In molte aree dell’odontoiatria restaurativa, i materiali non metallici offrono un’alternativa ai restauri tradizionali, garantendo al contempo alti livelli di...

di Massimo Gagliani


Trovare soluzioni e risposte complete alle problematiche della clientela non è solo uno slogan, ma una costante che da oltre 40 anni anima il Gruppo Norblast, realtà...


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi