HOME - Cronaca
 
 
21 Ottobre 2013

Abusivo condannato a tre mesi di reclusione. Però capita in Canada

L'Ordine, come parte lesa, riceverà 120 mila euro di risarcimento

La Corte Suprema della British Columbia, Stato Canadese sulla costa del Pacifico, ha condannato in contumacia a 3 mesi di reclusione un falso dentista a seguito di una denuncia di un paziente.

L'accusa per il finto dentista è quella di aver esercitato l'odontoiatria senza la laurea e curando centinaia di persone a Burnaby, città di 230mila abitanti nell'area metropolitana di Vancouver.     Lo studio, raccontano le cronache locali, situato nell'abitazione del condannato non aveva nessun dispositivo per il controllo delle infezioni.  Il finto dentista è riuscito a sfuggire all'arresto ed è attualmente ricercato.  

Il Dr. Jerome Marburg, presidente dell' Ordine degli Odontoiatri della British Columbia ha dichiarato che "la condanna a tre mesi di reclusione indica la gravità del fatto.  L'Ordine non chiuderà il caso fino a quando il finto dentista non verrà assicurato alla giustizia". 

Il giudice ha anche  condannato l'abusivo a risarcire l'Ordine con 120mila euro di sanzione.

Da sottolineare come le cronache, nel raccontare la vicenda, sottolineassero come il fenomeno dell'abusivismo odontoiatrico sia da tenere sotto controllo indicando in 20 gli abusivi scoperti in Canada in un anno.


A cura di Davis Cussotto, odontoiatra libero professionista Twitter@DavisCussotto

Articoli correlati

Immagine di repertorio

Scoperto dalla Guardia di Finanza di Forlì, è stato denunciato e gli studi posti sotto sequestro. Attivati anche accertamenti fiscali


Nei guai anche il titolare dello studio. A scoprila il Nas che ha sottoposto a sequestro l’immobile e le attrezzature utilizzate


Originaria dell’Ecuador pubblicizzava lo studio allestito nell’appartamento dove viveva. Scoperta dalla Polizia


Lei era titolare della società intestataria dello studio e lui curava i pazienti ma non aveva la laurea, scoperti a Paestum


Immagine di repertorio

A scoprirlo e denunciarlo il NAS di Catania ed i carabinieri di Pietraperzia, sequestrato anche lo studio. Cassarà (CAO Enna), ci costituiremo parte civile.


Altri Articoli

Dopo la richiesta di chiarimenti da parte delle farmacie, sulla percentuale minima di etanolo per i prodotti disinfettanti a base alcolica, arriva la risposta dell'Istituto superiore di sanità che...


La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


Ufficialmente sul sito del Ministero le “Indicazioni operative per l'attività odontoiatrica durante la fase 2 della pandemia Covid-19”


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni