HOME - Cronaca
 
 
23 Ottobre 2013

Da gennaio obbligatorio il POS per i pagamenti con carte di debito

Mancano ancora le indicazioni sui tetti minimi di spesa accettabili

I professionisti, dentisti compresi, dal 1 gennaio 2014 non potranno rifiutarsi di accettate dal proprio paziente il pagamento della prestazione attraverso carte di debito, per esempio il bancomat o carte di altri circuiti. Non vengono invece citate nella norma le carte di credito e neppure l'importo minimo accettabile così come la sanzione per chi non si adegua. Un successivo decreto dovrebbe chiarire le questioni ancora aperte.

"Sull'argomento -informa il presidente della FNOMCeO Amedeo Bianco in una nota inviata ai presidenti OMCeO e CAO- il Governo ha comunque assicurato che le misure da adottare sono in fase di approfondimento, al fine di giungere ad una regolamentazione che minimizzi gli effetti discorsivi della concorrenza (particolarmente riguardo ai costi connessi all'attuazione dell'obbligo in questione) ed alla necessità di stabilire regole per ridurre le commissioni delle transazioni effettuate mediante carte di pagamento".

Bisogna anche ricordare che i dentisti, come gli altri liberi professionisti, già da tempo devono essere dotati di POS per poter accettare i pagamenti superiori ai 999,99 euro, cifra oltre la quale è obbligatorio l'utilizzo di un pagamento tracciabile.

Articoli correlati

Il Consejo Dentistas spagnolo ha pubblicato delle Linee Guida di protezione e di riduzione del rischio di trasmissione che possono aiutare l’odontoiatra a gestire la situazione...


Denunciato in Abruzzo abusivo sia odontoiatrico che odontotecnico


La Guardia di Finanza ha denunciato a Nizza Monferrato (provincia di Asti) un diplomato odontotecnico, con trascorsi da imprenditore della ristorazione, per esercizio abusivo della professione di...


Probabilmente il corpo umano, macchina perfetta, non è proprio studiata al meglio per sopportare il carico di movimenti ripetitivi, che in un odontoiatra professionista si protraggono per...


Altri Articoli

In un articolo sul Corriere della Sera il presidente ANDI sottolinea le forti difficoltà del settore confermate dal fatto che “le catene internazionali stiano scappando dall’Italia”


Baruch: fondamentale informare e formare i pazienti, la loro collaborazione sarà determinante in questa fase


Una nota della CAO Nazionale ribadisce che l’odontoiatra può certificare l’assenza per malattia di un lavoratore per un periodo inferiore a dieci giorni


Dopo la richiesta di chiarimenti da parte delle farmacie, sulla percentuale minima di etanolo per i prodotti disinfettanti a base alcolica, arriva la risposta dell'Istituto superiore di sanità che...


La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni