HOME - Cronaca
 
 
07 Aprile 2008

L'Odontoiatria nel mondo: esperienze a confronto - 15° edizione del Collegio dei Docenti

di Norberto Maccagno


L’Odontoiatria nel mondo: esperienze a confronto” è il tema della 15° edizione del Collegio dei Docenti e della mostra merceologica Expo di Primavera in programma a Roma dal 16 al 19 aprile.
Molte novità a cominciare dal fatto che il Congresso diventa internazionale. A sancirlo la video conferenza in diretta dalla NY University durante la quale il prof. Nicolas Elian, venerdì pomeriggio (ora italiana), eseguirà in diretta da New York un rialzo di seno e posizionerà alcuni impianti.
Caratterizzano questa edizione un minor numero di sale dedicate alle comunicazioni delle Società scientifiche, ma più cultura e aggiornamento.
“L’obiettivo - ci dice il presidente del comitato organizzatore prof. Guido Goracci - è quello di offrire un evento valido e innovativo.”
Il mercoledì rimane il giorno dedicato ai corsi pre-congressuali. Il congresso, ospitato in 4 sale, avrà luogo il giovedì e il venerdì. Come sempre numerosi i workshop su argomenti di particolare interesse legati all’industria a confermare la merceologia come argomento formativo.

Prof. Goracci, un congresso che abbandona la vecchia impostazione organizzativa per abbracciare una nuova filosofia?
Questo congresso era nato come momento di confronto tra le tante Società scientifiche italiane. Le finalità erano quelle di fornire loro una vetrina. Con il tempo questa connotazione è venuta meno. Le Società scientifiche hanno cominciato a organizzare eventi culturali propri penalizzando la qualità delle relazioni proposte. Con questa edizione abbiamo voluto modificarne l’idea di fondo: da congresso delle Società a congresso degli argomenti.

Quali sono gli argomenti di questa 15° edizione?
Cito l’implantologia e il carcinoma orale, ma anche la ricerca avrà, come sempre, il suo spazio di rilievo: si parlerà, per esempio, di cellule staminali.
La scelta di dedicare una sessione al tumore del cavo orale non è casuale. Questo tipo di carcinoma è uno dei pochissimi tumori che vede in crescita il numero delle persone colpite, a differenza della quasi totalità delle altre forme tumorali. Le cause sono molte: non ultimo il fatto che, quando viene diagnosticato, è già in uno stadio troppo avanzato per essere curato. Questo perché il paziente trascura, o non sa valutare, i sintomi della malattia, ma anche perché il dentista non sempre effettua una visita finalizzata all'individuazione di questa patologia. Forse manca anche una preparazione adeguata degli stessi professionisti che non sanno riconoscere in tempo le lesioni precancerose nel cavo orale. Per questo è importante parlarne.
Il tumore del cavo orale è anche un problema sociale, oltre che clinico, e lo abbiamo voluto ribadire prevedendo alla fine della giornata dedicata a questo argomento una tavola rotonda alla quale abbiamo invitato anche il Ministro Livia Turco.

Una delle caratteristiche che connotano in modo determinate il vostro congresso è la sezione Poster.
Non c’è nessun congresso odontoiatrico in Italia e sono pochissimi quelli in Europa a proporre questa sezione. Il nostro, poi, da sempre è quello che raccoglie il maggior numero di contributi. Pensi che quest’anno ne sono arrivati 539. Presentando il Poster al Collegio dei Docenti non si ricevono titoli e l’alto numero di lavori inviati dimostra la volontà degli Autori di confrontarsi, di presentare le proprie ricerche al solo scopo di divulgare.

Da sempre all’evento culturale è affiancata una mostra merceologica. L’unica di rilievo per il Centro-sud?
L’aggiornamento, la formazione professionale deve comprendere anche la merceologia.
Per questo alla mostra merceologica abbiniamo dei workshop dove l’industria presenta le proprie novità. Non per pubblicizzare i prodotti, ma per insegnare a utilizzarli al meglio oppure per illustrare le ricerche condotte. Questo è il modo serio per fare formazione merceologica. 
La ricerca italiana è quotata, apprezzata e questo anche grazie agli investimenti dell’industria italiana. Sono molte le Università italiane diventate centri di eccellenza per la ricerca nel settore dentale.
Proprio grazie alla collaborazione tra industria e Università possiamo, come professionisti, godere delle informazioni necessarie per svolgere la nostra professione. Pensi per esempio alle ricerche sulla polimerizzazione dei compositi: un tempo si pensava che la direzione della luce fosse determinante per il processo di polimerizzazione, oggi, grazie alla ricerca, sappiamo che non è così, che non dobbiamo più “sdraiare”, “capovolgere” il paziente per far polimerizzare il materiale.

In questi giorni parte la nuova Educazione Continua in Medicina. Voi che come Università, avete il compito istituzionale di formare i nuovi professionisti come giudicate il nuovo impianto?
Grazie all’avvento dell’ECM è stata sottolineata l’importanza dell’aggiornamento professionale. Sono molto critico, però, su come sia stato impostato il sistema. Principalmente i miei dubbi sono in merito all’organizzazione, alle regole non sempre chiare. Speriamo che i professionisti che hanno ripreso a frequentare gli eventi formativi abbiano capito che l’aggiornamento professionale rappresenta una risorsa per la propria professione.

E dal punto di vista della qualità degli eventi accreditati?
La mia criticità è rivolta ai criteri di valutazione dello stesso. Un evento destinato a tanti professionisti, con relatori di fama, quelli che veramente fanno aggiornamento, rilascia meno crediti di un evento con relatori e relazioni mediocri destinato a poche persone. 
Il sistema per rilasciare crediti definito dal Ministero non dà l’adeguato peso al valore formativo dell’evento. Il controllo degli eventi e il rilascio del numero di crediti dovrebbero essere affidati a docenti universitari con esperienza formativa.

GdO 2008; 5

Articoli correlati

ObiettiviAnalizzare i parametri di attendibilità diagnostica del test VELscope in lesioni oncologicamente sospette della mucosa orale.Materiali e metodiIn base all'esame obiettivo sono state...


ObiettiviAbbiamo indagato il grado di conoscenza degli studenti del comune di Siena riguardo ai fattori patogenetici noti, quali alcol e fumo, e alla genesi delle neoplasie del cavo orale. Lo scopo...


Obiettivi. La leucoplachia verrucosa proliferativa (LVP) è un disordine potenzialmente maligno particolarmente aggressivo, caratterizzato da una spiccata tendenza alla trasformazione neoplastica. In...


Obiettivi. La leucoplachia verrucosa proliferativa (LVP) è una forma di leucoplachia orale che colpisce principalmente il sesso femminile dopo la sesta decade di vita. Clinicamente si presenta con...


Sentirsi uno sputo – espressione idiomatica, esprime una percezione di inferiorità, svalutazione, scarsa importanza, qualità che comunemente si attribuiscono alla saliva, liquido umile, un po’...


Altri Articoli

Attivato per tutti gli iscritti medici ed odontoiatri. Intanto FNOMCeO annuncia che le criticità legate alla banca dati Co.Ge.APS, saranno risolte al più presto


Contestato in varie provincie italiane il superamento del limite di spesa in tema di inserzioni pubblicitarie. Ecco cosa dice la norma


In provincia di Latina il Comune sanziona con 10 mila euro il titolare di una Srl odontoiatrica che aveva modificato i locali senza richiedere una nuova autorizzazione sanitaria


Nel fine settimana a Bologna la manifestazione biennale “fiore all’occhiello” del Sindacato degli Ortodontisti (SUSO)


Dopo aver letto le norme inserite nella legge di Bilancio che toccano anche lo studio odontoiatrico, i dati rilevati da EDRA e da Key-Stone che indicano la percentuale di odontoiatri e di futuri...

di Norberto Maccagno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi