HOME - Cronaca
 
 
20 Giugno 2008

Approvati il nomenclatore e il progetto prevenzione


A Roma la Commissione odontoiatri ha varato il programma di prevenzione del tumore del cavo orale e, ai fini della trasparenza, il nomenclatore professionale.
Il tutto si è svolto alla presenza del Ministro per l'attuazione del programma, Gianfranco Rotondi, oltre che di rappresentanti del ministero della Salute, dei rappresentanti dei NAS (nuclei Anti-sofisticazione dei carabinieri).

"I rischi per la Salute e gli esiti mortali di questa patologia del cavo orale" ha dichiarato Giuseppe Renzo, presidente della Commissione Albo Odontoiatri - dimostrano che l'esercizio abusivo della professione, e la mancata attenzione alla prevenzione di patologie gravissime, come quella del cavo orale, devono trovare come risposta professionalità, mezzi e strumenti per scongiurarne gli esiti. Gli odontoiatri istituzionali riuniti, in collaborazione con le società scientifiche e l'università, presenti con i loro rappresentanti a questa due giorni, formeranno una rete di rilevazione per fornire prevenzione e assistenza a tutti i cittadini che ritenessero di averne necessità".

"Staremo al fianco del mondo delle professioni, e quindi degli odontoiatri italiani" continua il ministro per l'Attuazione del programma, dimostrando di conoscere le problematiche più attuali dei dentisti; ha inoltre garantito un impegno personale sui temi della lotta all'abusivismo, della modifica di alcune norme fiscali e dell'alleggerimento della burocrazia.

Renzo ha così concluso: "ringrazio il ministro per l'attuazione del programma, Gianfranco Rotondi che, nel portare il saluto del governo, ha chiesto all'istituzione ordinistica odontoiatrica la massima disponibilità a collaborare con il governo stesso, riconoscendo nell'ordine unico riferimento etico oltre che concreto".

 

Redazione

Articoli correlati

Quando non si ha la possibilità di utilizzare trapano, anestesia, materiali per otturazioni, tra le tecniche ed i prodotti a disposizione per trattare la carie dei denti da latte, e non solo, in...


Quanto costa l’assistenza orale? Per identificare il peso economico di una patologia, vale la pena capire la quantità di risorse che potrebbero essere risparmiate se tale...

di Lorenzo Breschi


“La presenza di placca in un sito implantare determina un rischio aumentato di circa 14,3 volte di insorgenza e progressione di una perimplantite”, ad evidenziarlo è il vice presidente...


Il nuovo regolamento dell’inabilita temporanea a favore dei liberi professionisti ha rappresentato un cambio di paradigma: ha spostato questo tipo prestazioni dall’alveo di quelle assistenziali a...


Indirizzare i politici per fare in modo che la prevenzione diventi, all’interno delle politiche sanitarie europee e nazionali, un cardine della salute orale, così come, oggi, lo è di quella...


Altri Articoli

Tra i temi di stretta attualità su cui il Governo (o parte di esso) dice di voler intervenire -comunque lo annuncia- c’è quello del salario minimo. Che è di fatto la copia...

di Norberto Maccagno


Quando non si ha la possibilità di utilizzare trapano, anestesia, materiali per otturazioni, tra le tecniche ed i prodotti a disposizione per trattare la carie dei denti da latte, e non solo, in...


“Apprendo con grande stupore a mezzo stampa di una presunta querela che sarebbe stata sporta nei miei confronti da parte dell’ANDI – dichiara Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e...


La Regione Toscana, con la Legge regionale n° 50, ha modificato la L.R. 5 agosto 2009 n°51 "Norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie: procedure e requisiti autorizzativi...


Avevano permesso ad un non laureato ed abilitato di curare i loro pazienti e per questo il giudice di Lucca ha condannato tre iscritti all’Albo per concorso in esercizio abusivo della...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi