HOME - Cronaca
 
 
17 Marzo 2014

Partono i controlli sugli eventi ECM. I provider saranno più 'severi'


Da oggi sarà più difficile ottenere i crediti formativi ECM arrivando in ritardo, uscendo prima della fine del corso o, peggio ancora, sentire il relatore che indica con esattezza le risposte da scrivere sul questionario di valutazione dell'evento.

Il rischio, per il provider che organizza l'evento e permette queste "deroghe", è vedersi revocata la possibilità di organizzare eventi che rilasciano crediti ECM.
Partono infatti i controlli sugli eventi formativi da parte di un gruppo di esperti che hanno  risposto al bando attivato qualche mese fa dalla Commissione Nazionale ECM per reclutare professionisti delle varie branche della medicina disposti a verificare gli eventi formativi direttamente sul territorio per conto dell'Osservatorio Nazionale.

"Abbiamo ricevuto oltre 150 domande", ci ha detto il Segretario della FNMCeO e membro della Commissione nazionale ECM Luigi Conte.

"Dopo un periodo di formazione ora sono pronti ad operare sul campo per verificare i requisiti dei provider e che l'evento formativo rispetti quanto indicato dal programma ECM".
Questo, conclude Conte "a tutela della qualità dell'aggiornamento del professionista".

Articoli correlati

Nisio: nel percorso è previsto il coinvolgimento di tutte le figure professionali che ruotano attorno al tema della formazione professionale, compresi i rappresentanti dei cittadini e dei pazienti


Per ottenere i 50 crediti non si dovrà dimostrare di aver continuato a lavorare. Viene posticipata la scadenza per il recupero del debito formativo del triennio 2017-2019


L’Ordine del Giorno impegna il Governo ad estendere bonus di 50 crediti ECM a tutti gli operatori sanitari impegnati nel fronteggiare l’emergenza


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Evento live in tre giornate con Daniele Cardaropoli per acquisire le competenze per eseguire la diagnosi del sito post-estrattivo e valutare le migliori opzioni terapeutiche


Altri Articoli

Il Consejo General de Dentistas Spagnolo pubblica delle indicazioni per i cittadini e ribadisce la necessità di modificare la legge sulle società che offrono servizi sanitari


Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il DCPM che conferma le restrizioni già in vigore con il precedente decreto dell’11 giugno


Un bilancio su quanto fatto e i progetti attivati, tra questi quello di monitorare il territorio per valutare gli effetti, a lungo termine, nei pazienti che sono stati contagiati dal Coronavirus


I consulenti fiscali AIO fanno il punto sulla cancellazione del versamento del saldo Irap 2019 e del 1° acconto 2020 introdotta dal Decreto Rilancio 


Fiorile: confermate le posizioni di AIO, adesso via dal Registro delle imprese le altre società odontoiatriche


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION