HOME - Cronaca
 
 
27 Marzo 2014

Medicina estetica odontoiatria, ANDI e CISME definiscono gli ambiti d'intervento


Da sinistra: Gianfranco Prada (ANDI), Fulvio Tomaselli (SIME), Maurizio Priori (SIES), Alberto Massirone (AGORA&8217;) Da sinistra: Gianfranco Prada (ANDI), Fulvio Tomaselli (SIME), Maurizio Priori (SIES), Alberto Massirone (AGORA&8217;)
In questi ultimi anni la medicina estetica è entrata nello studio odontoiatrico per integrare, e completare, la riabilitazione.

Questo ha comportato problemi di formazione, per entrambe le figure professionali coinvolte (visto che i percorsi formativi dell'odontoiatria e del medico estetico sono diversi), ma anche problematiche dal punto di vista dell'individuazione degli ambiti di competenza.

Proprio su questo punto più volte anche il Collegio delle Società Scientifiche di Medicina Estetica ha formalmente interpellato il Ministero della Salute attraverso i Ministri, i relativi Sottosegretari e la Direzione Generale per le Professioni Sanitarie al fine di chiedere un orientamento chiaro.

Proprio per cercare di dare agli odontoiatri ed ai medici estetici delle linee di indirizzo chiare creando anche una condivisione di formazione e percorsi clinici e terapeutici, ANDI e le Società scientifiche che danno vita al Collegio delle Società Scientifiche di Medicina Estetica (Società Scientifiche Agorà - Società Italiana di Medicina ad Indirizzo Estetico, SIES - Società Italiana di Medicina e Chirurgia Estetica, SIME - Società Italiana di Medicina Estetica) hanno firmato, ieri mercoledì 26 marzo, un Position Statement sul tema.

"Abbiamo voluto procedere alla disamina congiunta della questione da un punto di vista clinico, legale e medico legale giungendo ad una comune interpretazione delle norme e quindi dei limiti e facoltà dell'odontoiatra nel trattamento della zona anatomica di cui alla Legge 409/85 (quella istitutiva della figura professionale dell'odontoiatria NdR)", hanno spiegato i presidenti firmatari dell'accordo.

Un lavoro che non termina qui, hanno continuato i protagonisti, ma che continuerà in futuro sapendo che il nostro obiettivo principe è quello di garantire il miglior esito terapeutico ai nostri pazienti nella branca della Estetica del Sorriso.

Articoli correlati

Un regolamento, in fase di realizzazione, definirà le regole per iscriversi. Pollifrone (CAO Roma): “l’obiettivo è quello di tutelare sempre la salute dei cittadini”


Quelle odontoiatriche seguono lo stesso principio. Di Gioia (POIESIS): anche in caso di prestazioni rese nell’ambito anatomico di competenza extra orale


Con il presidente SIMEO proviamo a fare il punto sulle applicazioni pratiche del parere fornito al Ministero dal Consiglio Superiore della Sanità


Il dott. Francesco Spatafora ripercorre i passaggi normativi e non che hanno preceduto il parere del CSS e avanza considerazioni e dubi


La Società scientifica, soddisfatta del parere, si dice pronta ad attivare iniziative a tutela della salute e sicurezza dei pazienti per il rispetto dei limiti sanciti dal CSS


Altri Articoli

Pubblicato in GU il Decreto con la norma che obbliga anche gli igienisti dentali all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria delle fatture emesse nei confronti dei pazienti. Ecco le modalità


L’invito ai soci è quello di prescriverli sono se necessari ed informare i pazienti sull’utilizzo consapevole. Il presidente Fiorile invita ad aderire al Manifesto di Choosing Wisely Italy.


Il presidente Iandolo ribadisce la necessità di un intervento normativo. Intanto il Ministro Speranza si dice disponibile a ragionare su proposte SUMAI


In continuità con l’offerta formativa anche alla luce del nuovo Ordine Professionale, il bilancio durante la discussione delle tesi all’Università di Brescia


L’esperienza del dott. La Scala in un video in cui affronta i vantaggi clinici e di comunicazione con il paziente grazie al “communication packaging” e a BLACKBOX di IDI EVOLUTION


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi