HOME - Cronaca
 
 
31 Marzo 2014

Via al numero chiuso e sbarramento al primo anno. L'idea del ministro Giannini piace anche al mondo universitario odontoiatrico italiano, ma con alcuni distinguo


Prof. Marco FerrariProf. Marco Ferrari

"Il numero chiuso è utile per fare una selezione, collegare l'offerta alla domanda. Sarei favorevole a lasciare l'accesso libero al primo anno e poi, come in Francia, selezionare gli studenti negli anni successivi".
A dirlo è il Ministro dell'istruzione, Università e Ricerca Stefania Giannini dalle colonne de La Repubblica di giovedì 27 marzo.

Abolizione del numero programmato che accoglierebbe le richieste degli studenti ma, forse, complicherebbe ancora di più la gestione dei corsi di studi nelle università.

"Personalmente potrei essere d'accordo con quanto propone il Ministro Giannini, è un'idea che già la prof.ssa Elettra De Stefano Dorigo (past-president Collegio dei Docenti NdR) aveva in animo", ci dice il prof. Marco Ferrari (nella foto) presidente della Conferenza dei corsi di laurea in odontoiatria e protesi dentaria.

"Poter fare frequentare lo stesso percorso formativo sia ai futuri medici che ai futuri odontoiatri dal primo anno è sicuramente un aspetto positivo", continua il prof. Ferrari. "Al termine di questo primo percorso di studi lo studente potrebbe decidere per quale professione si sente più portato anche sulla base delle valutazioni ottenute. Quindi potrebbero accedere agli anni successivi solo gli studenti più meritevoli sulla base di una valutazione più oggettiva di quella ottenibile con il test di ammissione, anche perché non si potrebbe prescindere dal numero programmato del di posti. Ricordo che sia la laurea di medicina che di odontoiatria hanno necessità di una formazione anche pratica e questa deve essere fatta in strutture con un numero adeguato di postazioni di lavoro".

Articoli correlati

Fino al 28 ottobre sarà possibile iscriversi al test per l’anno accademico 2020-2021. 25 i posti disponibili, Roma la sede dei corsi 


Il 68,3% ha superato la soglia minima di 20 punti. Dal 25 settembre i candidati potranno conoscere la posizione in graduatoria e capire se rientreranno tra i 1.103 studenti che potranno iscriversi...


Oltre alle “solite motivazioni", quest’anno si aggiunge la questione dei candidati che si trovavano in quarantena. Il Ministro Manfredi: “valuteremo i casi”


Il dott. Campolongo ripercorre i commenti al DiDomenica sulla programmazione dei posti ad odontoiatria e porta il suo tentativo di sintesi che passa, anche, dal potenziamento dell’odontoiatria...


Il presidente CAO di La Spezia porta la sua opinione sulla programmazione del numero di futuri dentista e puntualizza sulla differenza tra Odontostomatologia e Chirurgia maxillo-faciale


Altri Articoli

Il Ministero della Giustizia chiarisce che la sanzione comminata all’iscritto ad un Albo o Collegio è di natura amministrativa e non disciplinare


La domanda lanciata nell’Agorà del Lunedì di oggi è: ci sono denti rotti da riparare più del solito? Ma prima di rispondere dovete leggere le considerazioni del prof. Gagliani


SIdP: curare l’infiammazione delle gengive fa abbassare fino al 30% e per almeno 6 mesi i principali fattori di rischio cardiovascolare ma con un buon controllo della placca batterica è...


Paglia: la prevenzione della salute orale deve prevedere un approccio materno-infantile, migliorare il benessere di madri, neonati e bambini è la chiave per la salute della prossima generazione


Quale è il valore della sentenza del consiglio di Stato e quali le implicazioni pratiche sulle due professioni? Il parere dell’avvocato Giungato


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio