HOME - Cronaca
 
 
08 Aprile 2014

Tutto sull'Odontoiatria pediatrica. Da EDRA il libro che mancava sulla materia a cura della prof.ssa Antonella Polimeni


Per accostarsi con competenza alla pedodonzia occorre possedere un particolare bagaglio di conoscenze cliniche e psicologiche. Al testo "Odontoiatria Pediatrica" di Antonella Polimeni, Professore ordinario di Odontostomatologia dell'età evolutiva presso l'Università "La Sapienza" di Roma, hanno collaborato numerosi Autori, in gran parte accademici, che hanno messo a disposizione la loro esperienza nelle varie discipline per la realizzazione di un volume che tratta questa specialità nel modo più completo.
La prima cosa che si nota sfogliando il libro è infatti la varietà degli argomenti presi in esame, la seconda è sicuramente la bella veste grafica e l'ottima iconografia.

Entrando nel merito il primo aspetto cui è dedicata particolare attenzione è quello della comunicazione e dell'approccio psicologico. Questo tema è fondamentale quando si trattano i bambini piccoli ma anche quelli più grandi alla soglia dell'adolescenza. Se l'odontoiatra non riesce a stabilire un buon rapporto con il suo giovane paziente tutte le sue competenze cliniche risulteranno inutili e non riuscirà a raggiungere gli obiettivi terapeutici che si è prefissato.

Come viene sottolineato nel capitolo dedicato alla struttura dove si esercita l'odontoiatria pediatrica, anche l'ambiente ha la sua importanza; deve essere in grado di veicolare messaggi di rassicurazione e incoraggiamento e soprattutto deve essere adatto alle necessità del bambino o meglio deve essere concepito "a misura di bambino" senza dimenticare le aspettative dei genitori.

Particolarmente validi da un punto di vista didattico il capitolo sulle caratteristiche e sviluppo della dentizione decidua, mista e permanente, che termina con una accurata descrizione delle sei chiavi dell'occlusione di Andrews, e quello sulle anomalie dentali in età evolutiva.

Prevenzione, diagnosi e terapia delle patologie dei tessuti duri e molli sono descritte in modo molto dettagliato e il testo si caratterizza come un'utile guida per individuare la soluzione più idonea da adottare nella pratica professionale anche per quanto riguarda i materiali da utilizzare e i farmaci da somministrare. Come afferma l'Autore del capitolo sulla terapia farmacologica i bambini, quando assumono un farmaco, non devono essere considerati dei "piccoli adulti" ma è necessario avere particolari competenze in merito.

La descrizione dei diversi interventi terapeutici dal trattamento conservativo della lesione cariosa all'endodonzia e alla chirurgia orale è accompagnata da numerose illustrazioni che, insieme con la presentazioni di casi clinici esplicativi, offrono un quadro esauriente delle metodologie da applicare nelle diverse patologie che interessano in modo specifico questa fascia d'età.

La valutazione radiodiagnostica presenta una panoramica aggiornata sugli esami strumentali offerti dalle moderne tecnologie con particolare attenzione ai dosaggi erogati e ai dispositivi di radioprotezione pediatrica.
Non è possibile prescindere nei soggetti in crescita da un'accurata visita ortodontica al fine di prevenire l'insorgenza di quadri malocclusivi, per questo è necessario un corretto approccio diagnostico che ci viene proposto nella sezione dedicata all'ortodonzia insieme con la descrizione dei dispositivi ortodontici preformati, che accanto ai dispositivi tradizionali, rappresentano un importante ausilio nel trattamento del paziente in età evolutiva.

Tra i temi di particolare interesse soprattutto quando si parla di piccoli pazienti vi sono senz'altro la prevenzione e la traumatologia.
Il ruolo del pedodontista non si esaurisce nel trattamento delle eventuali patologie si esercita anche a livello preventivo dalla motivazione di genitori e bambini all'igiene orale fino alla messa in atto dei vari presidi preventivi. Inoltre, il libro dedica un ampio capitolo alla traumatologia dento alveolare; infatti, dal momento che non è possibile vietare le attività ludiche ed evitare le eventuali cadute di bambini e ragazzi, in questa età le lesioni traumatiche assumono un'incidenza rilevante.
Infine molto utile la discussione sugli aspetti medico-legali che, se risultano del tutto peculiari quando riferiti all'odontoiatria dell'adulto, sono ancora più specifici nel caso della pedodonzia.

Curare al meglio i piccoli pazienti e i loro problemi stomatologici significa essere pronti a occuparsi della salute orale nel suo complesso, prendendo in esame i molteplici aspetti che la caratterizzano. Questo testo rappresenta una valida guida al raggiungimento di questo scopo non tralasciando alcun tema utile a far sì che il bambino possa riprendere una crescita sana.

Anna Maria Melica

Per inforazioni ed ordini cliccate qui

Articoli correlati

La gnatologia è la madre di tutte le terapie odontoiatriche. Malgrado ciò è la branca dentale menoapprofondita e soprattutto meno applicata nel lavoro di tutti i giorni. Nel mercato odontoiatrico...


Edra S.p.A, capogruppo di LSWR Group (Editore nel settore dentale italiano di Odontoiatria33 e Dental Cadmos) annuncia che in data 7 maggio 2019, attraverso la sua controllata Grupo Asís Biomedia...


La Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (OSAS) è un disturbo che interessa una larghissima percentuale della popolazione. L’odontoiatra esperto di medicina del sonno...

di Lea Fanti


Fornire ai dentisti uno strumento per ottenere facilmente l'accesso all'opinione degli esperti di tutto il mondo sui problemi clinici quotidiani e per aiutarli con soluzioni innovative e...


Praticare correttamente la  chirurgia orale richiede non solo l’approfondita conoscenza delle singole tecniche, ma anche una sintesi tra competenze di anatomia ed eziopatogenesi delle...

di Lea Fanti


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi