HOME - Cronaca
 
 
29 Aprile 2014

Test medicina e odontoiatria, troppe irregolarità al via i ricorsi


Da Bari a Catania, da Catanzaro a Napoli, da Roma a Torino è tutto un fioccare di ricorsi dopo le irregolarità denunciate nei test d'ingresso alla Facoltà di Medicina e Odontoiatria in tutta Italia.

La percentuale più alta si raggiunge al Sud dove gli annunciati ricorsi sfiorano il 50%, segue il Nord di poco sopra il 30% per finire con il centro al 20%. Numeri che continuano a crescere e che fanno parlare di "effetto valanga".

Lo sottolinea un comunicato di Consulcesi, Associazione medica italiana con oltre 50mila associati che ha deciso di schierarsi "al fianco degli studenti di tutta Italia, vittime di irregolarità e non di demerito" e "che per questo scelgono la via del ricorso contro il numero chiuso". La richiesta degli studenti è quella di annullare la prova, vedendosi così riconosciuto il proprio diritto allo studio. «Sono troppi gli aspiranti medici rimasti fuori dall'Università, che trovano così un ostacolo al proprio futuro» conclude la nota dell'Associazione. «Per loro alla luce delle anomalie registrate, intraprenderemo nuove azioni legali".

Articoli correlati

Aule sovraffollate e atenei in tilt. È questo l'effetto che sembrano avere sulle facoltà di medicina italiane ed anche in quelle ad odontoiatria, i ricorsi accolti dai Tar, che hanno permesso...


"Intendo rivisitare il sistema di selezione, prendendo a modello il sistema francese (accesso al primo anno libero e selezione alla fine di esso su base meritocratica). Entro la fine di luglio...


Il numero chiuso per l'accesso all'Università è corretto e coerente, come conferma la situazione europea. Lo sottolinea Angelo Mastrillo, segretario della Conferenza dei corsi di laurea...


Sarà pubblicata oggi (nel momento in cui pubblichiamo questo articolo non è ancora disponibile) la graduatoria nazionale dei candidati che potranno iscriversi in sovrannumero, grazie al...


Altri Articoli

Aperte le preiscrizioni al Master universitario di 1° livello organizzata dal COI con la collaborazione dell’Università degli Studi di Torino che si terrà a partire da...


Agorà del Lunedì     20 Settembre 2021

Game changer….

Per il prof. Gagliani è questa la scelta che deve fare l’odontoiatra: riorganizzarsi per dare risposte alle “nuove” esigenze dei pazienti oppure arroccarsi in un giardinetto costituito di...

di Massimo Gagliani


Lutto nell’odontoiatria piemontese e nel mondo ordinistico per l’improvvisa scomparsa del presidente CAO del Verbano Cusio Ossola Claudio Buffi (nella foto) deceduto sabato scorso per un...


La sospensione è dal lavoro non dall’Ordine. Per i Giudici l’Ordine deve esclusivamente comunicare l’atto ricevuto dall’ASL e non adottare una delibera del Consiglio


A darlo per possibile il quotidiano online Huffington Post. Proposta accolta con soddisfazione dal presidente FNOMCeO Filippo Anelli


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio