HOME - Cronaca
 
 
09 Dicembre 2008

Smom e "il miracolo degli scalzi"

di Renato Torlaschi


Le iniziative di Smom onlus (Solidarietà medico odontoiatrica nel mondo) sono numerose, ma quella di cui vogliamo parlare ora ha qualche particolarità in più, che merita un’attenzione specifica. L’associazione ha annunciato un bando di concorso per l’assegnazione di una borsa di studio semestrale (dell’importo di seimila euro netti) per un progetto di cooperazione internazionale in campo odontoiatrico, da svolgersi presso il Barefoot College di Tilonia, Rajasthan, India nel corso del 2009.
Costituita nel 2004 con lo scopo di promuovere lo sviluppo umano e la salute nel mondo, Smom ha già messo in campo decine di interventi presso comunità disagiate in ogni angolo del pianeta. È impegnata con progetti in molti Paesi, con personale espatriato e locale, ma mai prima d’ora si era arrivati a selezionare un odontoiatra da qualificare appositamente per un impegno di questo tipo.
Il secondo elemento rilevante è la struttura, davvero speciale, nell’ambito della quale l’odontoiatra selezionato andrà a operare.
Il Barefoot College di Tilonia è un’organizzazione non governativa laica indiana, fondata da Bunker Roy, un personaggio carismatico di cui si è sentito parlare recentemente anche in Italia. Quest’anno a Verona ha ricevuto il Premio Masi Grosso d'Oro Veneziano ed è stato pubblicato un libro a lui dedicato: il bellissimo reportage di Maria Pace Ottieni, Raggiungere l'ultimo uomo (Einaudi). L’Università degli scalzi è operativa sul territorio da oltre 35 anni; s’ispira ai principi di vita gandhiani ed è oggi un centro di formazione all'avanguardia, che apre le porte soltanto a chi non ha ricevuto alcuna istruzione ufficiale e insegna "capacità" da condividere con le comunità di appartenenza. A dispetto dell'analfabetismo, i suoi allievi diventano architetti, ingegneri solari e idrici, agronomi, operatori sanitari, esperti di energie rinnovabili o di conservazione, grazie a un metodo basato sull'immediata applicazione pratica delle nozioni acquisite. Ciò che si impara serve a sviluppare abilità e autosufficienza, non solo per sé ma anche per il proprio villaggio, e l'ex studente del Barefoot College diventa a propria volta un docente di emancipazione e sviluppo. Nato come esperimento, il Barefoot oggi è una rete che comprende 22 sedi e 250 scuole serali, ma soprattutto un modello cui il mondo guarda con ammirazione e speranza, e il campus di Tilonia è il luogo dove il "miracolo degli scalzi" ha avuto inizio e migliaia di figli dell'India più povera hanno ritrovato il senso di sé, insieme a un posto nel mondo. Esportata in altre comunità povere dell’Asia, dell’Africa e dell’America Latina, l’esperienza ha costituito una rete economica di sussistenza in agricoltura che ha coinvolto 110 villaggi e ha creato oltre 100.000 posti di lavoro. Basti dire che l'autorevole rivista inglese “Guardian” ha definito il Barefoot College come uno dei 50 progetti che possono maggiormente incidere sui cambiamenti a livello mondiale.
In linea con la filosofia del Barefoot College, l'iniziativa Smom è rivolta principalmente alla formazione di personale locale. L’intervento proposto riguarda l’allestimento di uno studio odontoiatrico (due poltrone) con relativa attrezzatura e la formazione di quattro ‘Barefoot Dentists’ nell’arco di circa due anni, secondo un programma di studio e lavoro che sarà definito sulla base di protocolli operativi approvati dallo Smom.
C’è l’intenzione di destinare al progetto stesso un odontoiatra italiano residente per un periodo di sei mesi a Tilonia, che si occupi a tempo pieno della preparazione dello studio, della formazione degli studenti, della definizione del programma di studio e di lavoro e l’avviamento operativo del tutto. Il Barefoot College fornirà i locali che saranno allestiti secondo le specifiche dello Smom e forniti di acqua corrente ed elettricità; si impegnerà inoltre a ottenere i permessi legali e sanitari minimi per fare operare nella struttura il medico italiano, cui fornirà gratuitamente vitto e alloggio per tutta la durata del loro soggiorno. Contemporaneamente alla fase di formazione, quando non impegnati dalle missioni didattiche, i locali e le attrezzature potranno essere utilizzate per la cura della popolazione anche assumendo un dentista locale part-time, che possa contribuire a sua volta all’opera di formazione secondo i protocolli decisi dallo Smom e supervisionare l’attività curativa insieme agli studenti odontoiatrici del Barefoot College.
È fondamentale considerare che un’azione di prevenzione e di educazione infantile potrebbe avere un impatto ancora maggiore sulla popolazione. Il College può mettere a frutto una presenza capillare e molto radicata nel territorio; già ora fornisce educazione primaria a 3200 bambini della zona e la sua attività, attraverso i vari programmi di presa di coscienza e organizzazione, copre un’aria geografica di circa 500 chilometri quadrati, con oltre 700.000 persone che vivono in vari villaggi limitrofi.
È evidente che un progetto così ambizioso può rappresentare un’opportunità unica per il giovane odontoiatra che vorrà raccogliere la sfida; è anche l’opinione della dottoressa Cristina Gobbi, una delle responsabili del progetto.


Spettacolo di ombre cinesi sulla raccolta dell'acqua


La dottoressa Cristina Gobbi nel laboratorio di giocattoli


Una Night school: i bambini di giorno devono lavorare...


Riunione con i Barefoot Doctors


Uno dei responsabili che illustra disegni fatti da bambini sulle attività del Barefoot College


Il laboratorio teatrale


Una lampada a energia solare


Una tessitrice


Parabola per cucinare ad energia solare costruita dalle donne Barefoot engineers


Donne ingegneri


Scuola-Laboratorio per l'insegnamento e la produzione di lampade ad energia solare


Maestro burattinaio


Teatrante

GdO 2008; 17

Articoli correlati

All’università della città di Ngozi si sono laureati i primi dentisti burundesi con un corso triennale realizzato da 30 odontoiatri volontari dall’associazione italiana SMOM...


L'associazione SMOM bandisce un concorso per l'assegnazione, nell'ambito del Progetto di Formazione "Thérapeutes Dentaires" in Burundi, di un incarico con compiti di coordinamento, didattici e...


Dal 25 al 27 maggio, operatori sanitari e turistici, istituzioni e pazienti si sono incontrati a Milano, a InterCare, la prima Fiera e Congresso Internazionale di Turismo Medicale organizzata in...


Il corso universitario di qualificazione dei primi dentisti del Burundi è stato ufficialmente accettato nell'ordinamento nazionale del Burundi. Mercoledì 29 aprile 2017 alla presenza di...


L'associazione SMOM bandisce un concorso per l'assegnazione, nell'ambito del Progetto di Formazione "Dental Therapist" in Burundi, di un incarico con compiti di coordinamento, didattici e...


Altri Articoli

Ufficialmente sul sito del Ministero le “Indicazioni operative per l'attività odontoiatrica durante la fase 2 della pandemia Covid-19”


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


Quali gli strumenti da adottare, quali le indicazioni. Prof. Azzolini: attraverso gli occhi il virus può infettare gli operatori


Il Decreto rilancio posticipa la scadenza prevista dal Cura Italia e consente ancora per qualche giorno di richiedere il bonus dei 600 euro per il mese di marzo


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni