HOME - Cronaca
 
 
29 Luglio 2014

Campagna informativa contro antibusivismo e prestanomismo attivata da ANDI Roma


"Non basta il camice per fare un dentista". E' partita  la campagna antiabusivismo di ANDI Roma per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla figura dell'odontoiatra e i rischi dell'abusivismo e del prestanomismo  in ambito sanitario. Si tratta una di una strategia di comunicazione fatta di immagini e slogan forniti da ANDI nazionale e a cui ogni sezione provinciale può aggiungere il proprio logo, per diffondere su tutto il territorio italiano una corretta informazione sanitaria sia attraverso il web e i social network, sia attraverso l'affissione di queste locandine nei propri studi professionali.

"Affidati con sicurezza al tuo dentista "di famiglia" che ti conosce e ti consiglierà le terapie migliori" questo uno degli slogan scelti dall'associazione.

L'iniziativa è in perfetta linea con i contenuti all'interno del programma ANDI Roma in quanto la campagna contro l'abusivismo e il prestanomismo odontoiatrico fa parte integrante del "Progetto Immagine" al quale il presidente ANDI Roma Sabrina Santaniello (nella foto) ha delegato il Vicepresidente Gilberto Triestino. "L'esercizio abusivo nella sanità in ambito odontoiatrico esiste perché i cittadini non sono informati sulle conseguenze che una cura dentale non eseguita da un vero professionista può trasformarsi in un danno per la propria salute non facilmente recuperabile e a volte irreversibile - spiega il. Gilberto Triestino, responsabile ANDI Roma della campagna -  un dente curato male infatti è un  dente distrutto e il "Progetto Immagine" di ANDI  Roma è nato con lo scopo di trasferire ai nostri pazienti, già fidelizzati e potenziali, la qualità e la competenza che l'odontoiatria è in grado oggi di offrire attraverso odontoiatri seri e preparati al servizio della salute dei loro pazienti".

Soddisfatta la Presidente ANDI Roma Sabrina Santaniello: " Si tratta di un'iniziativa concreta per far comprendere  ai cittadini la portata di questo "fenomeno"  in perfetta sintonia con quanto  siglato dagli Ordini  dei medici di Roma e delle altre province del Lazio attraverso il Protocollo d'intesa contro l'abusivismo e il prestanomismo sanitario siglato con la regione Lazio il 19 dicembre 2013  e che a breve entrerà n vigore.  Quello che vorremmo è educare la popolazione ad una corretta informazione sanitaria per fare una scelta consapevole nel momento in cui si affida la propria salute ad un professionista. Ricordiamo che il fenomeno dell'abusivismo e del prestanomismo sanitario costituisce un reato sancito dal codice penale, ma soprattutto rappresenta un pericolo per la salute pubblica e da sottolineare che i danni che ne conseguono si riversano anche sul sistema sanitario nazionale e sull'erario".

Sotto le locandine create.

A cura di: Ufficio Stampa ANDI Roma

Articoli correlati

Con la nascita della nuova figura di “Assistente di Studio Odontoiatrico (A.S.O.), introdotta dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 09.02.2018, il conseguimento della qualifica...


eventi     10 Marzo 2018

5° Congresso ANDI Roma

L'evento, accreditato ECM, si terrà Sabato 10 Marzo 2018 presso l'NH Hotel Leonardo Da Vinci in via Dei Gracchi 324 a Roma dalle 9.00 alle 18.00.Il Congresso vedrà come relatori il prof. Angelo...


Il miglior poste sarà pubblicato su Odontoiatria33


La Commissione Tributaria provinciale di Roma che ha accolto il ricorso di un medico-odontoiatra al quale l'AMA (la società che si occupa della gestione dei rifiuti della Capitale) sancendo lo...


Altri Articoli

Alessandro Baj

Test sierologici fine a se stessi o studi multicentrici di ricerca? Ne abbiamo parlato con il professor Alessandro Baj


Il Tavolo tecnico modifica il testo su mascherine e camici ed il CTS approva. Il prof Gherlone ci spiega le modifiche e parla del futuro del Tavolo Tecnico 


Alcune considerazioni del dott. Dario Bardellotto sulle possibili soluzioni per combattere gli inquinanti indoor chimici, fisici e biologici di uno studio dentistico


La Società spagnola per il diabete (SED) e la Società spagnola di parodontologia portano l’attenzione sul malato diabetico ed i rischi in questo periodo di Covid-19. Raccomandata la massima...


L’obiettivo è contenere il rischio di infezione. Il documento è rivolto a tutti coloro che sono coinvolti nell’erogazione, in ambito pubblico e privato, di prestazioni odontostomatologiche 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni