HOME - Cronaca
 
 
10 Ottobre 2014

Test medicina ed odontoiatria, il MIUR fa marcia indietro sul "blocca ricorsi"


Marcia indietro sul "blocca ricorsi". Il MIUR ha, infatti, diffuso una nota con cui ribalta la decisione dello scorso 23 settembre per effetto della quale gli studenti in attesa di sentenza dopo aver effettuato ricorso avrebbero dovuto essere distribuiti tra le sedi universitarie italiane in base al punteggio ottenuto.

Una doccia fredda per tutti gli studenti che, per effetto della circolare del MIUR, non avrebbero potuto più scegliere di iscriversi nell'ateneo in cima alla lista di preferenze indicata al momento della partecipazione al test,  ma avrebbero potuto essere inviati anche a centinaia di chilometri di distanza. E sono proprio gli studenti dell'Udu a cantare vittoria. In una nota Gianluca Scuccimarra, Coordinatore nazionale dell'Unione degli Universitari sottolinea come "il fatto che il Ministero abbia ritirato la nota del 23 settembre è il minimo che potesse fare dal momento che rischiava di creare l'ennesimo danno agli studenti che, ancora una volta, chiedevano e solo di poter studiare. Attualmente, dunque -continua la nota- in base alla nota di nuova emanazione, che ribalta le direttive della precedente, le studentesse e gli studenti che hanno ottenuto l'ammissione con riserva con sentenza del Tar potranno immatricolarsi nell'ateneo indicato dalla sentenza stessa".

Scuccimarra ribadisce anche lo scetticismo verso "il sistema del numero chiuso. Abbiamo smontato il sistema con i nostri ricorsi e il ministro non può più tapparsi gli occhi e nascondersi dietro un dito all'evidenza dei fatti: il sistema va riformato e aperto, ci chiediamo cosa impedisca un intervento strutturato considerata la situazione ormai emergenziale se non la protezione di interessi ordinistici e la mancanza di volontà di investire nelle nostre università?"

Marco Malagutti

Articoli correlati

La carie dentale è un grave problema di salute pubblica a livello mondiale ed è una malattia dispendiosa da curare - vale, nei Paesi industrializzati, circa il 5-10% del budget per la...


Un plico aperto, a Bari, e il codice a barre di identificazione a fianco del documento di identità in bella vista sul banco dei candidati durante i test in alcuni atenei sono i principali...


Non accenna a concludersi la vicenda dei ricorsi al Tar per le presunte irregolarità nello svolgimento dei test dello scorso aprile. Dopo una nuova ondata di ricorsi accolti e di probabili...


Nei primi giorni di agosto l'UDU (il sindacato degli studenti, quello che ha promosso il maxi-ricorso contro i test di medicina ed odontoiatria) ha organizzato a Paestum il  Revolution Camp...


Si dovrà attendere il 20 febbraio per sapere se il TAR del Lazio confermerà il decreto cautelare accolto oggi dalla III sezione Bis per ammettere con riserva circa 1.000 candidati che...


Altri Articoli

Modalità e regole per richiederlo sono differenti per dentisti, igienisti ed odontotecnici. Per odontoiatri più restrittive e concessi ai primi che presentano le domande


Fiorile: ‘’è un momento difficile per tutti, ma dobbiamo considerare le pendenze economiche aperte nei confronti dei nostri fornitori’’ 


Domani la CAO decide sull'istituzione di un Gruppo di lavoro per definire delle linee guida comportamentali da adottare alla riapertura degli studi, per proteggere operatori e pazienti


L’appello del presidente SUSO che ipotizza, anche, ripercussioni sulla responsabilità dell’odontoiatra quando gli studi torneranno a operare senza limitazioni


Apprezzamenti per il primo webinar sull’implantologia tenuto dal prof. Marco Esposito. Da domani si replica con quello del dott. Gorni sui ritrattamenti endodontici


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP