HOME - Cronaca
 
 
16 Gennaio 2015

Firmato nuovo accordo per l''apprendistato professionalizzante nei laboratori odontotecnici. Soddisfazione di CNA-SNO


CNA, insieme alle altre organizzazioni datoriale e a FIOM-CGIL, FIM-CISL e UILM-UIL, ha sottoscritto un accordo per la normativa dell'apprendistato professionalizzante e riconosciuto una "una tantum" ad integrale copertura del periodo di vacanza contrattuale 2013/2014.

L'accordo, si legge in una nota della CNA, "mette a regime, dal 1 gennaio 2015, la normativa contrattuale dell'apprendistato così come definita dal DL 167/2011, mantenendo le durate fino ad un massimo di 5 anni e prevedendo un prolungamento del periodo di prova di 3 mesi".

Grazie all'accordo è stato riconosciuto, ai soli lavoratori in forza alla data di sottoscrizione dell'accordo, un importo forfettario una tantum di € 420.00 suddiviso in quattro soluzioni pari ad € 105.00.

Con l'erogazione dell'una tantum che, ricordano da CNA, "non incide sugli istituti contrattuali diretti e differiti compreso il TFR", viene considerato definitivamente assolta ogni spettanza economico/retributiva riferita al biennio 2013/2014 e pertanto le trattative per il rinnovo del CCNL, che saranno avviate dal mese di febbraio, avranno a riferimento il solo periodo successivo.

Soddisfazione di CNA per la firma giudicando "l'accordo estremamente importante che consente, nel perdurare della fase di grande difficoltà del nostro sistema economico- produttivo, di chiudere definitivamente le spettanze economiche per 2 anni su 3 di vigenza contrattuale, senza alcun incremento dei minimi tabellari e di riattivare le assunzioni attraverso il vantaggioso strumento dell'apprendistato".

Articoli correlati

Con l'accordo sottoscritto il 22 settembre scorso, le rappresentanze sindacali di CNA, Confartigianato, Casartigiani, Claai, FIOM-Cgil, FIM-Cisl, UILM-Uil hanno ratificato l'accordo che prevede la...


In una lettera al Governo vengono chieste misure e garanzie veramente efficaci per consentire ai laboratori odontotecnici di non chiudere


Il presidente Luigi Cleri, sintetizza gli interventi che il Governo dovrebbe attivare e che potrebbero risultare fondamentali per evitare la chiusura di molte imprese odontotecniche 


Fu presidente nazionale degli odontotecnici SNO/CNA dal 1994 al 1998. Il ricordo dell’attuale presidente Cleri 


Ufficializzata dalla UE la volontà di posticipare l’entrata in vigore del nuovo Regolamento (UE) 2017/745 sui dispositivi medici


Altri Articoli

Ancora troppo poche le certezze per indicare strumenti e procedure scientificamente validate che possano garantire la sicurezza degli operatori 


Servirà un nuovo adempimento burocratico per consentire ad ENPAM di inviare l’indennizzo statale dei 600 euro. Per quello dei 1000 euro ancora tutto fermo, ma quando arriverà sarà tassato


Corso live con il prof. Mattero Chiapasco martedì 14 aprile. L’obiettivo è di fornire tutte le informazioni necessarie per prevenire e gestire in modo efficace le complicanze


Una ricerca Key-Stone, in collaborazione con IDI Evolution, cerca di sondare come i professionisti ipotizzano ed intendono affrontare la situazione. Il 14% pensa che sarebbe più opportuno chiudere...


Lo afferma nella conferenza stampa della Protezione Civile delle 18. Intanto scoppia la polemica tra ANDI ed SIASO sul parere dell’INAIL sulle mascherine


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni