HOME - Cronaca
 
 
16 Marzo 2015

La finanza americana scommette sull'odontoiatria italiana. Fondo USA pronto ad acquistare DentalPro


Se molti dentisti italiani considerano la propria professione in crisi il mercato finanziario sembra invece pensarla diversamente.

È di sabato la notizia (fonte Il Sole 24 Ore) dell'acquisto da parte del fondo statunitense Summit Partners delle cliniche odontoiatriche DentalPro, fondo che avrebbe battuto la concorrenza di altri fondi statunitensi (Oaktree e G-Square).

Secondo quanto pubblicato dal quotidiano economico, Summit Partners "potrebbe pagare tra i 60 e i 65 milioni di euro, con un multiplo di circa 12 volte il margine operativo lordo (che nel 2014 dovrebbe essere di 5,5 milioni)". Il fondo statunitense, informa Il Sole 24 Ore, dovrebbe entrare con un'ampia maggioranza in DentalPro, mentre acquisirebbe una quota attorno al 15% la Dental Invest, holding d'investimento guidata da Marco Piana, ex partner di 3i e del Fondo Italiano d'Investimento".
A guidare il gruppo DentalPro, come Amministratore delegato, dovrebbe rimanere Michel Cohen che, contattato da Odontoaitria33, ha preferito non rilasciare, in questa fase, dichiarazioni.

DentlPro è una delle più attive società di studi odontoiatrici in Italia presente con una trentina di cliniche attive in Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Emilia Romagna, Lazio, Umbria.


 

Articoli correlati

I.denticoop, la cooperativa di dentisti nata nel 2013 entra nel gruppo DentalPro che ne ha acquisito la maggioranza della nuova Srl, in cui entrano anche Coop Alleanza...


In Sardegna dal 5 al 7 ottobre


Nei nuovi spot due pazienti raccontano la loro esperienza, positiva


DoctorDentist, gruppo di 10 centri dentistici, presente in prevalenza a Milano, entra nella famiglia DentalPro, con la cessione del 100% delle quote societarie.Ad assistere il Gruppo DentalPro,...


Altri Articoli

Storica sentenza di un tribunale australiano nei confronti di un anonimo paziente che invitava a stare alla larga da uno studio dentistico. Google dovrà fornire le generalità


Deferiti dai NAS di Milano all’Autorità Giudiziaria per trattamenti con la tecnica PRP senza autorizzazioni dei centri trasfusionali pubblici


E’ corsa contro il tempo, ma vi sarebbero le condizioni per arrivare a modificare il Decreto prima della scadenza del 21 aprile 2020


I due sindacati odontoiatrici non parlano delle possibili modifiche ma si dicono fiduciosi e plaudono le Istituzioni per aver attivato un confronto per risolvere le criticità


Sostenuto anche dalle Regioni Ordini professionali e società scientifiche per informare i cittadini. L’invito è quello di diffonderlo per migliorare l’informazione


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni