HOME - Cronaca
 
 
09 Settembre 2015

Nella giornata dei test gli studenti contestano il numero chiuso: colpo al diritto allo studio


Presidi e manifestazioni di protesta in tutta Italia. A organizzarle in occasione dei test di ammissione alle facoltà di Medicina ed Odontoiatria presso tutti i principali poli universitari del paese l'Unione degli Universitari e la Rete degli Studenti medi "per rivendicare il diritto all'accesso libero e difendere l'università pubblica".

Nel mirino degli organizzatori il numero chiuso per l'accesso a Medicina e Odontoiatria che sarebbe da abolire visto che rappresenta "un problema per i giovani e per il Servizio sanitario nazionale". "Dalla nostra indagine sui dati ministeriali e degli Atenei, emerge chiaramente - sottolinea Gianluca Scuccimarra, coordinatore dell'Unione degli Universitari - che i corsi a numero chiuso, nazionale o locale, continuano a crescere. Ormai quasi la metà dei corsi di laurea di tutta Italia sono ad accesso programmato, ma nel frattempo le nostre Università perdono migliaia di iscritti ogni anno. È un paradosso tutto italiano: perdiamo iscritti e immatricolati di continuo, e invece di cercare di recuperarli, allarghiamo il numero chiuso e impediamo il libero accesso ai corsi. E questo in barba agli obiettivi europei di aumentare il numero dei giovani laureati fino al 40%, quando siamo fermi al 20%".

E che il numero chiuso non piaccia ai ragazzi lo conferma un sondaggio lanciato dal Corriere dell'Università, cui hanno risposto più di 4.000 studenti. Solo il 14% degli intervistati si è espresso a favore del numero chiuso, per regolare l'accesso all'Università. Per uno studente su due tra quelli interpellati, il sistema ideale sarebbe quello alla francese, già proposto con scarso successo dal ministro Giannini nei mesi scorsi: tutti dentro e selezione solo alla fine del primo anno. Non solo. La metà degli intervistati dice basta ai quiz a risposta multipla.

E proprio sui quiz punta il dito anche il presidente della Regione Veneto Luca Zaia che nel suo messaggio di augurio ai candidati al test sottolinea "vanno avanti i più fortunati e, tra gli esclusi, i più ricchi, quelli le cui famiglie possono spendere decine di migliaia di euro in tutoraggi e Università estere. Troppi meritevoli rimarranno fuori per sfortuna» incalza Zaia "e questa è la negazione del diritto allo studio universale".

Articoli correlati

Il diabete mellito è una malattia cronica ereditaria o acquisita causata dalla bassa produzione o dall’inefficacia dell’insulina prodotta dalle ghiandole pancreas. Il...

di Simona Chirico


Ne parliamo con Alberto Fonzar che dice: ‘’Io sto dalla parte dei denti’’. Ecco i consigli su quali scelte proporre al paziente considerando sia gli aspetti clinici che economici


Confermate le anticipazioni: circa cento posti in più rispetto allo scorso anno. Aumenta anche il numero degli atenei che salgono a 37  


Nisio: serve una programmazione su almeno 5 anni che tenga conto anche delle lauree estere e si deve rivedere il numero degli atenei italiani


Iandolo: numeri che non tengono conto della reale situazione e rischiano di creare nei prossimi anni un numero importante di disoccupati


Altri Articoli

Il dott. Nick Sandro Miranda informa delle criticità indicate dall’OMCeO di Udine spiegandone alcuni passaggi 


Sotto la lente dell’Autority presunte pratiche commerciali scorrette nell’offerta di servizi assicurativi, pratiche evidenziate anche nell’esposto ANOMEC


SIdP: parodontite e diabete, un pericoloso legame a doppio filo. Grazie ai dentisti si può prevenire attraverso diagnosi precoce ed individuare grazie a semplici test alla poltrona


Disappunto del dott. Mele su di una decisione dell’Agenzia delle Entrate che rischia di complicare la vita dei contribuenti in periodo di Covid e scadenze fiscali


Alcune considerazioni di Maurizio Quaranta sul tema dell’Iva sui riuniti odontoiatrici nate da incomprensioni sulla lettura del Dl 34/2000 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il prof. Burioni spiega come funzionano i test Covid e dà qualche consiglio agli odontoiatri ed igienisti dentali