HOME - Cronaca
 
 
09 Settembre 2015

730 precompilato ed obbligo d'invio dei dati da parte dei dentisti. La professione dice no


I commenti lasciati su Odontoaitria33 dai dentisti italiani alla notizia dell'obbligo, anche per i dentisti, di comunicare al fisco le spese sostenute da ogni paziente in modo che possano essere inserite nel 730 precompilato, non lasciavano dubbi: questa norma non si deve applicare.

Un obbligo che rischia di complicare, e non di poco, la vita degli studi odontoiatrici, ma anche degli altri liberi professionisti dell'area sanitaria che saranno costretti a dotarsi di strumenti informatici adatti ma anche dedicare personale al servizio.

Ma non solo, la necessità di indicare le modalità operative da parte delle singole Regioni rischia di complicare ancora di più la vita ai professionisti come le questioni che la norma non ha ancora considerato come i problemi legati alla volontà o meno del paziente di vedere comunicati i propri dati e del fatto che non tutti i pazienti saranno interessati al 730 precompilato.

Con l'avvicinarsi della scadenza del febbraio 2016 entro la quale i dentisti dovranno comunicare i dati di tutte le fatture messe nel 2015 attraverso il Sistema Tessera Sanitaria, che ad oggi non è ancora strutturato per accoglierli, si sono intensificate la "pressioni" di Ordine e sindacati per cercare di evitare inutili adempimenti.

Le azioni politiche

A lanciare l'allarme sul nuovo "impiccio" burocratico era stato il presidente ANDI nel marzo scorso, quando cominciarono a girare le bozze del "Decreto Semplificazioni", indicando le problematiche che ne sarebbero nate se la norma fosse stata approvata.

E' di qualche giorno fa la notizia della nota inviata dalla CAO nazionale ai ministri competenti in cui vengono evidenziate le problematiche connesse.

Domani, giovedì 10 Settembre, la FNOMCeO incontrerà i rappresentanti della

Invito alla disobbedienza

Se la strada della concertazione non dovesse portare ai risultati sperati, gli odontoiatri italiani sembrano essere intenzionati ad attivare azioni di protesta che potrebbero sfociare anche nel non rispetto della norma.

Il 7 Settembre ANDI ha inviato una nota ai propri soci informandoli di quanto prevede la normativa e proponendo un questionario per "conoscere la posizione dei soci", sia sulla loro organizzazione in tema di fatturazione e strumenti informatici sia per capire la disponibilità a boicottare il provvedimento.

Con una nota di ieri l'AIO esprime e motiva la sua contrarietà verso la norma annunciando che i dentisti "faranno obiezione di coscienza".

Norberto Maccagno

Articoli correlati

Uno studio inglese indaga il suo “potere distrattivo” durante le sedute

di Lara Figini


Chiudono gli studi singoli, tiene il fatturato ma sono le società ad incrementare


L'Ufficio Statistico dell'Unione Europea (Eurostat), come ogni anno, pubblica un una classifica delle varie professioni, anche quelle sanitarie, in base al numero dei professionisti in funzione del...


Da qualche giorno anche i possessori di smartphone e tablet della "mela morsicata" possono scaricare l'app realizzata dalla CAO Nazionale contro abusivi e prestanome.L'applicazione presentata il 14...


Altri Articoli

Sostenuto anche dalle Regioni Ordini professionali e società scientifiche per informare i cittadini. L’invito è quello di diffonderlo per migliorare l’informazione


L’obiettivo è quello di riunire le parti interessate in specifici gruppi di Paesi europei per sensibilizzare e condividere le esperienze.


Il “padre” della prima Legge sulla pubblicità sanitaria ci racconta come è nata e perché non fu applicata nella sua totalità e dice: “oggi più di ieri al paziente serve un Ordine che possa...


L’Agenzia delle Entrate è intervenuta sul tema facendo distinguo soprattutto sui dispositivi proveniente da paesi extra UE. I chiarimenti del Consulente Fiscale SUSO


A scoprirlo il NAS di Trento, avrebbe assunto la direzione contemporaneamente in tre strutture e non era iscritto all’Albo provinciale dove esercitano


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni