HOME - Cronaca
 
 
17 Settembre 2015

Raccomandazioni cliniche in odontoiatria, parte la revisione. Domani prima riunione del Gruppo di lavoro ministeriale


Era il 2009 quando il Ministro della Salute prof. Ferruccio Fazio incaricò il prof. Enrico Gherlone di creare un gruppo di esperti per elaborare delle raccomandazioni cliniche che potessero dare ai dentisti italiani delle indicazioni sulla qualità minima da adottare in tema di cure odontoiatriche.

Un lavoro lungo e per certi versi tortuoso che ha portato nel marzo 2014 il Ministro On. Beatrice Lorenzin a firmarle e divulgarle.

Per renderle sempre attuali e valide, gli esperti avevano chiaramente indicato la necessità che per le raccomandazioni subissero un continuo aggiornamento.

Processo di revisione che comincia domani venerdì 18 Settembre quando al Ministero della salute si riuniranno gli esperti suddivisi in vari gruppi di lavoro coordinati da un "facilitatore" ed i componenti del Gruppo Tecnico sull'Odontoiatria. A coordinare i lavori sarà il prof. Enrico Gherlone (nella foto).

Il percorso che dovrebbe portare entro il dicembre 2016 alla pubblicazione dell'aggiornamento delle Raccomandazioni cliniche si compone di tre fasi.

Fase uno: saranno analizzate le informazioni contenute verificando che siano compatibili con quanto successivamente pubblicato dal Ministero attraverso le Linee guida. In questa fase saranno apportate le modifiche già approvate dal Gruppo Tecnico sull'Odontoiatria in tema di implantologia.

Al termine del lavoro, previsto per dicembre 2015, e dopo le verifiche del Ministero, il nuovo testo sarà firmato dal Ministro e pubblicato.

Fase due: sarà verificata la rispondenza delle raccomandazioni cliniche con la più aggiornata evidenza scientifica ed eventualmente modificato il testo. Termine previsto per terminare questa fase è stato indicato Luglio 2016

Fase tre: il testo con le raccomandazioni aggiornate sarà inviato alle associazioni professionali (AIO, ANDI, SUMAI) per la verifica della reale praticabilità dei contenuti, come era avvenuto per l'attuale testo. Il testo sarà poi verificato, per quanto di competenza, anche dalla stesso Ministero della Salute, dal Gruppo Tecnico sull'Odontoiatria, dal Consiglio Superiore di Sanità prima di arrivare sul tavolo del Ministro per la firma e la pubblicazione che secondo i tempi prefissati dallo stesso ministero dovrebbe avvenire entro dicembre 2016

Norberto Maccagno

Articoli correlati

Il volume rappresenta un punto fondamentale per il protesista, affrontando non solo i problemi legati all'impronta ma anche quelli clinici, la preparazione, la merceologia. Un vero e proprio trattato...


Primi bilanci a poche ore dalla chiusura del 24° Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti Universitari di discipline Odontostomatologiche tenutosi lo scorso fine settimana al San Raffaele di...


Si aprirà ufficialmente con la Lectio Magistralis di Mogol -giovedì 6 aprile alle ore 17,30 presso l'aula magna del San Raffele di Milano- il 24° Congresso Nazionale Collegio dei...


Altri Articoli

I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


Per l’Agenzia delle Entrate la causa ostativa non potrà trovare applicazione se i due rapporti di lavoro persistono senza modifiche sostanziali per l’intero periodo di sorveglianza


Il problema è per gli studi al piano strada. La provocazione di Migliano: “se non venite voi a prenderli, ve li portiamo noi”


I centri dentistici DentalPro collaboreranno con la rete degli Empori Solidali delle Caritas diocesane per offrire cure gratis a determinati pazienti


Operazione del NAS che oltre allo studio dentistico porta la chiusura di una casa di cura senza autorizzazione e di un laboratorio di analisi dove i prelievi venivano fatti da un impiegato


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi