HOME - Cronaca
 
 
18 Settembre 2015

Fa discutere una borsa di studio sulla carie destinata ad un igienista dentale. Sodano (AIO) assurdo siano stati esclusi gli odontoiatri


Se il proprio profilo professionale non consente all'igienista dentale di effettuare una diagnosi, può "verificare" l'entità della carie?
La "verifica" è da considerarsi una diagnosi, e quindi una pratica esclusiva dell'iscritto all'Albo degli odontoiatri, oppure è consentito anche ai laureati in igiene dentale?

Il dubbio nasce da un bando per il conferimento di un assegno di ricerca da svolgersi presso il dipartimento di medicina clinica, sanità pubblica, scienza della vita e dell'ambiente dell'Università del'Aquila per la "valutazione della carie in bambini di età compresa tre 6 ed 11 anni e successivo intervento di prevenzione mirato a ridurre i fattori predisponenti".
Secondo quanto indicato nel bando,  "lo studio ed il relativo intervento sarà svolto su bambini afferenti" ad alcuni Circoli didatti dell'Aquila e "permetterà di verificare l'entità della carie su bambini di età compresa tra i 6 ed 11 anni e al tempo stesso di effettuare gli interventi preventivi sopra descritti, controllandone dopo 5 anni gli eventuali effetti positivi in termini di riduzione della patologia".

L'ammontare dell'assegno di ricerca è di 23.334 euro e potevano presentare domanda (il bando è scaduto il 28 agosto 2015) i possessori di laurea triennale in igiene dentale e con la laurea specialistica in scienze delle professioni sanitarie tecnico-assitenziali.

"Credevo che secondo la legge 409 istitutiva della Laurea in Odontoiatria la diagnosi delle malattie della bocca e dei denti fossero di esclusiva competenza dell'iscritto all'Albo degli odontoiatri", commenta il segretario AIO Raffaele Sodano (nella foto) dando notizia del bando sul sito dell'associazione.
"Ho spesso accennato alla cannibalizzazione delle professioni -continua Sodano- ma che fossimo allo sbranamento non avevo ancora idea".

Della questione, informa Sodano, è stata informata anche la CAO.

Altri Articoli

La notizia è che dopo alcuni anni torna il dibattito sul numero dei posti per l’accesso al corso di laurea in odontoiatria e sugli italiani che si laureano all’estero. Da...

di Norberto Maccagno


Una ricerca tutta italiana ha messo a confronto alcuni strumenti che possono ridurre il rischio di contagio da Covid-19 attraverso l’aerosol


Landi: uno scambio di vedute che ha permesso di modificare un documento che avrebbe potuto comportare problemi per la gestione della post pandemia per gli studi odontoiatri europei


Un nuovo approccio clinico basato sulla medicina dei sistemi, per la cura della malattia parodontale, che in Italia colpisce il 60% della popolazione


Cronaca     03 Luglio 2020

ENPAM: completato il CDA

Eletti i tre consiglieri delle consulte. Quella della Quota “B” sarà rappresentata dall’odontoiatra Gaetano Ciancio


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION