02 Settembre 2016

Neoformazione cutanea

Quesito diagnostico

R.M. Bonacina, V. Martini, U. Mariani, A. Gianatti

Presentazione del caso

Nel gennaio 2015 giunge in visita una paziente di anni 67. Riferisce diversi episodi ascessuali a livello del mascellare superiore sinistro, trattati con terapia antibiotica.

L’anamnesi medica evidenzia fibrillazione atriale in terapia con dicumarolici e terapia antipertensiva. Non sono riferite allergie. All’esame obiettivo del cavo orale sono presenti le radici degli elementi 14, 12, 21 e 22.

Le mucose non mostrano alterazioni significative di forma o colore. I dotti salivari sono pervi e la mobilità linguale è conservata. Alla palpazione nel contesto di guance, labbra, lingua e pavimento orale non sono apprezzabili alterazioni. A livello cutaneo, in corrispondenza del solco naso-genieno sinistro, è presente una piccola area arrossata e rilevata con una depressione centrale.

Alla palpazione la lesione non è dolente, è fissa ai piani profondi ma limitata nell’estensione. A livello della depressione centrale è apprezzabile un’invaginatura sondabile con un accesso ai piani sottostanti. Non si osserva alcun drenaggio.

La paziente riferisce che tale lesione è comparsa da diversi mesi. L’indagine radiografica con ortopantomografia pone in evidenza i residui radicolari e un’alterazione con lieve radiotrasparenza all’apice dell’elemento 22.

Per continuare la lettura scaricare l'allegato.

doi: https://doi.org/10.19256/d.cadmos.2016.07.04



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi