18 Aprile 2017

3D virtual planning nella programmazione della correzione delle dismorfosi dentoscheletriche


Obiettivi. L'obiettivo di questo lavoro è mostrare l'utilizzo di sistemi di progettazione tridimensionale nella programmazione in chirurgia ortognatica e la loro efficacia nel migliorare i risultati ottenuti.

Materiali e Metodi. I pazienti trattati presso l'Unità Operativa di Chirurgia Maxillo-Facciale e Odontostomatologia, Ospedale Policlinico di Milano, hanno eseguito una TC cone-beam del cranio completo, che è stata caricata nel software di progettazione virtuale tramite il quale sono stati ottenuti gli splint occlusali stampati poi con tecnologia CAD-CAM. La TC postoperatoria eseguita a distanza di 4 mesi dall'intervento chirurgico è stata in seguito confrontata con il file STL della programmazione virtuale, al fine di valutare le discrepanze mediante misure lineari su punti di riferimento scelti arbitrariamente.

Risultati. I risultati ottenuti hanno permesso di confermare l'accuratezza della metodica di programmazione.

Conclusioni. L'introduzione delle tecniche di 3D virtual planning in chirurgia ortognatica ha permesso di ottimizzare le fasi che precedono l'intervento chirurgico offrendo al chirurgo la possibilità di ottenere una mole di informazioni assai superiore a quella estrapolata dal singolo articolatore.



 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi