30 Novembre 2017

Approccio gnatologico a una sintomatologia di vertigini

Alessandro Nota, Simona Tecco, Johnny Padulo, Alberto Baldini

Caso clinico

Obiettivi  Scopo di questo lavoro è mostrare un caso esemplificativo di terapia gnatologica che ha portato alla risoluzione di una problematica di vertigini in un soggetto che presentava solo lievi segni di DTM.

Materiali e Metodi  È stato applicato un accurato protocollo di trattamento gnatologico che è consistito nella costruzione di un bite occlusale inferiore personalizzato che permettesse un riequilibrio e il bilanciamento occlusale.

Risultati  L'utilizzo del bite occlusale ha portato alla riduzione e alla scomparsa entro 2 mesi della sintomatologia legata alle vertigini e della dolenzia e tensione della muscolatura masticatoria; inoltre, dopo 3 mesi si è ottenuto un aumento dell'apertura mandibolare a un valore fisiologico, conseguenze del raggiungimento di un riequilibrio e del bilanciamento occlusale ideale mediante applicazione del bite inferiore.

Conclusioni  La letteratura mostra che i DTM possono essere correlati a problematiche auricolari che includono le vertigini. Tale caso clinico mostra un approccio gnatologico che ha portato, nei limiti del follow-up, alla scomparsa della sintomatologia di vertigini mediante il bilanciamento della situazione occlusale in un soggetto probabilmente predisposto a DTM ancora in gran parte silenti al momento della terapia.

Per continuare la lettura scaricare l'allegato.

doi: https://doi.org/10.19256/d.cadmos.09.2017.08




 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi