16 Gennaio 2018

Il posizionamento implantare in siti anatomicamente e biomeccanicamente sfavorevoli: revisione critica

Gaia Pellegrini, Marilisa Toma, Luca Francetti, Nicolò Cavalli, Daniela Carmagnola, Claudia Dellavia

Rassegna

Obiettivi  Scopo di questo lavoro è focalizzare i fattori anatomici e clinici (siti con bassa densità ossea, quantità limitata di osso o casi biomeccanicamente sfavorevoli) che influenzano il carico a livello dell'interfaccia osso-impianto durante la masticazione.

Materiali e Metodi  È stata fatta una revisione critica di articoli che hanno esaminato l'osteointegrazione e il tasso di sopravvivenza degli impianti collocati in condizioni anatomiche e biomeccaniche avverse.

Risultati  La bassa densità ossea, la quantità limitata di osso e le situazioni biomeccanicamente sfavorevoli sono fattori negativi per il successo della riabilitazione implantare. Diversi fattori implanto-protesici influenzano la distribuzione dello stress all'interfaccia osso-impianto.

Conclusioni  Nel caso di situazioni anatomiche e biomeccaniche sfavorevoli, è importante ridurre lo stress a livello dell'interfaccia osso-impianto.

Per continuare la lettura scaricare l'allegato.

doi: https://doi.org/10.19256/d.cadmos.01.2018.04




 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi